Fiorentina-Paok 2-3, voti e pagelle: Mendes migliore in campo, Lezzerini bocciato

Discorso qualificazione rimandato per la Fiorentina che all’Artemio Franchi deve arrendersi, seppure soltanto al 93′, ad un Paok per certi versi sorprendente e che incanta mettendo ko una viola piena di seconde linee. In questo modo, adesso, i greci possono tornare in corsa per un posto nei sedicesimi di finale di Europa League.

fiorentina-paok-2-3-voti-pagelle-tabellino-europa-league

La partita è stata gradevole sotto tutti i punti di vista: ritmi alti, giocate interessanti e tanti gol. La viola, inoltre, può mantenere il primato con 3 punti di distanza dal Qarabag, fermato a sorpresa da un inaspettato Slovan Liberec per 3-0. Insomma, qualche nota positiva in ogni caso dalla sconfitta è arrivata.

Qualcosa, però, andrà necessariamente sistemata: le seconde linee convincono ma non tutte, e se contro la sfortuna c’è ben poco da fare, per quanto concerne l’organizzazione difensiva il lavoro è ancora parecchio, soprattutto in Europa.

Ottima, invece, la prova del piccolo Paok Salonicco, che ora si porta al secondo posto insieme al Qarabag a 7 punti, -3 dai viola. E rimane una sola gara da giocare: tutto può ancora accadere, non è detta l’ultima parola neanche per il piccolo Slovan che, tuttavia, dovrà compiere un vero e proprio miracolo guardando anche la differenza reti.

Agli uomini di Sousa, invece, basterà un solo punto per poter accedere da prima della classe ai sedicesimi di finale. Un risultato che sarebbe davvero importante e che allo stesso tempo garantirebbe un avversario sulla carta più agevole.

I MIGLIORI:

Mendes 8: Senz’ombra di dubbio il migliore in campo. Mette in difficoltà praticamente tutta la difesa con le sue giocate sicure, precise e soprattutto ciniche sotto porta. Non è un caso, infatti, che sia proprio lui a risolvere, con un contropiede fulmineo, la partita all’ultimo secondo.

Djalma Campos 7: Ordinato e di gran corsa. L’Europa League scopre oggi un giocatore davvero interessante che in questa prima annata al Paok aveva fatto fatica a trovare spazio. Ieri, partito titolare, ha dimostrato non solo di avere un fisico importante in grado di poter fare la differenza se messo nelle giuste condizioni, ma anche e soprattutto è stato cinico sotto porta. Il calciatore angolano classe ’87 è stata una piacevole sorpresa.

Bernardeschi 6.5: E’ senz’altro il migliore dei suoi nonostante la disfatta. Il talentuoso esterno mancino classe ’94 parte forte con un gol di pregevole fattura e tante giocate al servizio della squadra, segnale incoraggiante per Sousa che in settimana lo aveva pungolato e non poco. Da lui ci si aspetta certamente di più, le redini della squadra riesce a prenderle a corrente alternata, ma la sua gara è stata assolutamente di livello.

I PEGGIORI:

Lezzerini 4.5: Paga l’esordio da titolare in Europa League e lo scotto è parecchio. Sostanzialmente colpevole in almeno una rete su tre, durante tutto l’arco della gara vengono fuori tutti i limiti di un portiere giovane (è un classe ’95) e che avrebbe avuto bisogno, almeno un anno, di farsi le ossa lontano da Firenze per trovare continuità di impiego. Ieri sera è stato poco sicuro per tutto l’arco della gara, con interventi imprecisi ed uscite altrettanto timide. I margini per crescere ci sono, ma quanto gli serve un’altra annata di panchina?

Tomovic 5: Salva un gol sulla linea dopo una clamorosa uscita a vuoto di Lezzerini, ma poco dopo ne concede un altro creando una voragine enorme nella retroguardia. Certamente non la sua partita migliore, anche perchè non essendo velocissimo soprattutto sullo stretto soffre parecchio la velocità di Mendes che, dalla sua parte, fa il bello ed il cattivo tempo.

Tello 5.5: Il fatto di non essere la prima scelta nelle gerarchie di Paulo Sousa deve aver fatto scattare qualche meccanismo nell’ex esterno del Barcellona. L’impegno c’è, la corsa anche, ma è tanto fumo e poco arrosto. Nel primo tempo, infatti, si segnala solo un cross per Babacar e poco altro. Esce per lasciare il posto ad Ilicic.

TABELLINO FIORENTINA PAOK 2-3

Fiorentina (4-2-3-1): Lezzerini; Tomovic, Rodriguez, Astori, Milic (6′ st Chiesa), Vecino, Badelj; Tello (38′ st Ilicic), Cristoforo (21′ st Sanchez), Bernardeschi; Babacar. A disp.: Tatarusanu, Zarate, Kalinic, Salcedo. All.: Sousa

Paok (4-3-3): Brkic; Matos, Crespo, Varela, Leovac; Shakhov (38′ st Mysatkidis), Canas, Cimirot; Djalma Campos (26′ st Pelkas), Koulouris (16′ st Thiam), Mendes. A disp.: Glykos, Malezas, Bisewar, Kitsiou. All.: Ivic
Arbitro: Klossner (Svizzera)

Marcatori: 5′ Shakhov (P), 26′ Djalma Campos (P), 33′ Bernardeschi (F), 5′ st Babacar (F), 48′ st Mendes (P)

Ammoniti: Crespo (P), Leovac (P), Matos (P), Pelkas (P)