F1 GP Russia 2017: Anteprima ed Orari Diretta TV

Dopo la fantastica ‘Pasqua Rossa‘ del Bahrain, il Circus sbarca sulle rive del Mar Nero, ai piedi del Caucaso, per la 4° edizione del Gran Premio di Russia, quarto appuntamento del Mondiale 2017 di Formula 1. il Sochi Autodrom sarà lo scenario di un nuovo capitolo del dualismo Ferrari-Mercedes, con il leader del campionato, Sebastian Vettel, che dovrà fronteggiare il sicuro assalto di Lewis Hamilton, sicuramente desideroso di riprendersi dopo il montante ricevuto nel deserto del Sakhir. In cerca di riscatto, per vari motivi, anche i rispettivi compagni di box, Kimi Raikkonen e Valtteri Bottas. Ma occhio anche alla Red Bull, che può svolgere il ruolo di terzo incomodo.

Immagine della curva 4 del Sochi Autodrom, nel punto che costeggia la Medal Plaza del Parco Olimpico della città russa (foto da: f1fanatic.co.uk)

F1 GP RUSSIA 2017: IL PRONOSTICO

Vettel vs Hamilton atto quarto. E’ questo il motivo d’interesse principale non solo della prova di Sochi ma di tutto quest’avvio di Mondiale. Se qualcuno aveva ancora un qualche dubbio residuo sulle effettive chance della Ferrari di poter battagliare alla pari con la corazzata anglo-teutonica, ebbene le prime tre uscite dovrebbero aver diradato tutte le perplessità, forse sorte principalmente dalla sorpresa nel vedere una SF70-H così competitiva. In Bahrain la Ferrari ha mostrato una solidità prima di tutto mentale sconosciuta negli ultimi anni, condensata nella tattica di sacrificare la qualifica in ottica gara e, soprattutto, in una lucidità strategica che, con le monoposto così vicine a livello di prestazioni, può risultare chiaramente decisiva.

La gioia sfrenata di Sebastian Vettel, dopo la vittoria del Sakhir (foto da: f1fanatic.co.uk)

La Mercedes, e Lewis Hamilton nello specifico, non vogliono restare a guardare e puntano decisi a rispondere su un circuito a loro molto favorevole. Lewis ovviamente non vuol lasciar scappare Sebastian in classifica e vuole a tutti i costi ribadire le gerarchie del campionato, sconquassate dall’avvio super del Cavallino. Dall’altra parte, comunque, Seb e la Rossa non staranno di certo a guardare e, tenendo fede alla nuova mentalità ammirata nelle prime gare, andranno all’attacco anche in Russia. Ci si aspetta molto anche da Kimi Raikkonen e da Valtteri Bottas, che rischiano seriamente di vedersi bollati come seconde guide molto precocemente. Kimi, che finora non ha mai avuto un weekend privo di problemi e ha anche pagato delle strategie abbastanza rivedibili, deve trovare al più presto un feeling ottimale con la SF70-H, perchè se la Ferrari vuole battagliare per il titolo Costruttori il suo apporto sarà fondamentale. Per quanto riguarda Valtteri, diciamo che potrebbe correre con il dente avvelenato da quanto accaduto al Sakhir. Galvanizzato dalla prima pole in carriera al sabato, il finlandese è stato riportato sulla terra dai due team order con cui Wolff gli ha chiesto di lasciar passare un comunque più veloce Lewis Hamilton. Circostanze che oltre a mostrare la paura che nel team si prova nei riguardi dell’avversario italiano, ha anche svelato la situazione interna del nativo di Nastola, collegata al suo contratto a termine. Sochi gli è sempre piaciuta, quindi può avere la chance di far bene.

Lewis Hamilton va in cerca del ‘2-2’ nel confronto con Sebastian Vettel (foto da: f1fanatic.co.uk)

Per quanto riguarda gli altri, la Red Bull, in attesa di tempi migliori, aspetta alla finestra. In condizioni normali, è dura per i due piloti del team anglo-austriaco battagliare per la top-3. Verstappen, il più in palla finora, punta al riscatto, dopo il ritiro del Bahrain; Ricciardo, in chiaro affanno, deve dare risposte. Alle spalle dei big, sono pronte a lottare per un posto ‘quasi’ al sole Williams, Force India (solida ma senza picchi finora), Haas e Toro Rosso, mentre la Renault, in decisa crescita sul giro singolo, deve mostrare una consistenza maggiore sulla distanza di gara. Più defilate Sauber e McLaren, anche se la Honda ha annunciato per questo appuntamento una nuova specifica della power unit.

F1 GP RUSSIA 2017: ORARI TV

Il Gran Premio di Russia 2017 sarà visibile in diretta esclusiva su Sky Sport F1 HD e in differita sulle reti Rai.

F1 GP RUSSIA 2017 SKY (DIRETTA ESCLUSIVA)

Venerdì 28 Aprile 2017

Prove Libere 1: 09:00 – 10:30
Prove Libere 2: 13:00 – 14:30

Sabato 29 Aprile 2017

Prove Libere 3: 11:00 – 12:00
Qualifiche: 14:00

Domenica 30 Aprile 2017

Gara: 14:00

F1 GP RUSSIA 2017 Rai (DIFFERITA)

Venerdì 28 Aprile 2017

Prove Libere 1: 14:45 Rai Sport 1
Prove Libere 2: 18:30 Rai Sport 1

Sabato 29 Aprile 2017

Prove Libere 3: 15:15 Rai Sport 1
Qualifiche: 18:40 Rai 2

Domenica 30 Aprile 2017

Gara: 21:00 Rai 2

F1 GP RUSSIA 2017: PNEUMATICI E METEO

Dopo l’Australia, in Russia ritorna la mescola Ultrasoft, insieme alle altre due più morbide, ovvero Supersoft e Soft. I piloti potranno usufruire di 7 treni della mescola più morbida, 4 di quella media e 2 di quella più dura. Queste le considerazioni di Mario Isola, responsabile car racing Pirelli per la Formula 1, in vista del weekend russo: “Questa gara arriva dopo i due giorni di test in Bahrain; sarà interessante verificare i dati raccolti durante i test e come si traducono nella performance in pista e nella gestione dei pneumatici. Quello di Sochi è un circuito a bassa severità: si andrà quindi verso una gara ad un solo pit stop, fatto favorito anche dalla maggiore durata dei nuovi pneumatici. Qui per la prima volta verrà utilizzata la mescola Ultrasoft: sarà da valutare il suo comportamento su questa pista alla luce delle nuove monoposto. Il gap tra le mescole nominate è relativamente basso, quindi tutte e tre potrebbero risultare ideali in gara“.

La preview di Sochi 2017 della Pirelli (foto da: news.pirelli.com)

Il circuito di Sochi richiede un alto carico aerodinamico, ponendo al contempo molto sotto stress la power unit, visto che per il 60% del giro la farfalla dell’acceleratore è completamente aperta. La particolarità di questa pista è data da curva 4, la sottopone i liquidi del motore ad una accelerazione laterale consistente per più di sei secondi. Come sottolineato da Isola, Sochi non è una pista severa con gli pneumatici, presentando un basso livello di abrasività dell’asfalto e temperature solitamente abbastanza basse. Maggiori invece le sollecitazioni dovute a forze laterali, deportanza ed aderenza. Per quanto riguarda i freni, questo è un circuito considerato molto probante, con la staccata più impegnativa posta in curva 2. Per il meteo, la situazione è alquanto lineare, poichè si prevede cielo sereno o poco nuvoloso per tutto il weekend, con temperature che dovrebbero oscillare intorno ai 20 C° per tutta la tre giorni del Gran Premio.

F1 GP RUSSIA: ALBO D’ORO

Giunto alla sua quarta edizione, il Gran Premio di Russia, sempre disputato sul tracciato della città in riva al Mar Nero, ha avuto nella Mercedes l’assoluta dominatrice, accaparrandosi tutte e tre le edizioni.

La partenza del Gran Premio di Russia dello scorso anno, vinto da Nico Rosberg (foto da: f1fanatic.co.uk)

(2014) – Sochi – Lewis Hamilton (GBR, Mercedes)

(2015) – ” ” – Lewis Hamilton (GBR, Mercedes)

(2016) – ” ” – Nico Rosberg (GER, Mercedes)

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo