Emergenza Coronavirus, Lega Serie A: tutte le 20 squadre vogliono finire il campionato

Durante l’Assemblea della Lega Serie A tutte le squadre hanno votato per finire il campionato, qualora arrivasse il sì definitivo da parte del Governo dopo lo stop causato dall’emergenza Coronavirus. Nel frattempo, le tv hanno chiesto dilazione ultima rata e uno sconto sui pagamenti per la cessione dei diritti tv e la ripresa degli allenamenti potrebbe slittare di due settimane, dal 4 maggio al 18 maggio 

Habemus accordum. Così si potrebbe dire. Sì, perché anche quelle ultime squadre, ben otto invero, hanno sciolto ogni dubbio e si sono dette convinte di portare a termine la stagione calcistica 2019-2020. 

Ma andiamo con ordine. Oggi c’è stato una fondamentale riunione dell’Assemblea della Lega Serie A con tutte le 20 squadre, durante la quale si è raggiunto l’accordo di riprendere, quando sarà possibile, e portare a termine, se sarà possibile, il campionato di Serie A 2019-2020. 

Ora la palla passa al Governo, che ha più volte fatto capire che il calcio non è certamente la priorità assoluta in questo periodo di emergenza sanitaria dovuta alla diffusione e al pericolo di contagio del Coronavirus, al secolo Covid-19

Quindi, se il Governo lo consentirà, se la Fase 2 lo permetterà, con il nuovo protocollo istituito dalla Commissione Scientifica della FIGC, invero molto criticato dalle istituzioni, si potranno riprendere gli allenamenti e tornare in campo con le giuste tempistiche. 

In tal senso, pare che il Governo abbia chiesto alle istituzioni calcistiche di presentare un secondo protocollo sanitario, perché ci sono grandi perplessità riguardo il rispetto delle modalità dei ritiri, che devono essere blindati per almeno quindici giorni. 

Proprio per questo, qualora i nuovi protocolli non venissero presentati e approvati entro il 4 maggio, non è da escludere che la ripresa degli allenamenti possa slittare di due settimane, posticipandola al 18 maggio, quindi rinviando ancora l’inizio del campionato a metà giugno e non più ad ultima settimana di maggio-prima settimana di giugno.

Comunque, tornando al summit di oggi, pare che la Lega Serie A abbia iniziato a vagliare la richiesta da parte di SKY, DAZN e IMG di una dilazione per il pagamento della cessione dei diritti tv dell’ultima rata, che scadrà ai primi di giugno. 

E’ possibile che verrà accolta una proroga limitata e, soprattutto, che venga approvato uno sconto. 

Ecco il comunicato ufficiale: 

L’Assemblea della Lega Serie A si è riunita questa mattina e ha confermato, con voto unanime di tutte le venti Società collegate in video conferenza, l’intenzione di portare a termine la stagione sportiva 2019-2020, qualora il Governo ne consenta lo svolgimento, nel pieno rispetto delle norme a tutela della salute e della sicurezza. La ripresa dell’attività sportiva, nella cosiddetta Fase 2, come già evidenziato in passato, avverrà in ossequio alle indicazioni di Fifa e Uefa, alle determinazioni della Figc, nonché in conformità ai protocolli medici a tutela dei calciatori e di tutti gli addetti ai lavori.

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia