Emergenza Coronavirus: allenamenti sospesi fino al 17 aprile

Si prolungherà fino a dopo la metà di aprile la sosta forzata dagli allenamenti per le squadre di serie A, con uno slittamento dall’iniziale scadenza prevista per il giorno 3.

 

Slitta ancora la ripresa delle attività per la serie A. Il ministero dello sport, infatti, ha fatto sapere che lo sport in Italia non potrà iniziare la ripresa prima del 17 aprile, dal 3 che inizialmente era previsto.

Ne consegue che le società del massimo campionato del pallone dovranno, per forza di cose, entro tale data decidere cosa ne sarà della stagione sospesa prima dello scoppiare dell’epidemia.

Le ipotesi attualmente sul tavolo sono due: la ripresa e la conclusione del campionato, magari con la disputa delle partite rimanenti nel lasso di tempo di circa due mesi, oppure chiudere definitivamente le ostilità con la non assegnazione dello scudetto.

 

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è logo-serie-a-650x650.jpg
Logo serie A – Fonte: Facebook Serie A

 

 

Da questo punto di vista, c’è una netta spaccatura su questi due schieramenti: a favore della ripresa e della conclusione della stagione ci sono la maggior parte ci sono, per lo più, coloro che hanno obiettivi di classifica come la Lazio, l’Atalanta, il Napoli, la Roma e il Sassuolo, mentre l’altro fronte vede uniti Inter, Bologna, Brescia, Genoa, Sampdoria, Spal e Torino.

Sono su una posizione di sostanziale neutralità, invece, la Juventus e l’Udinese.