Croazia, scoppia il caso Vida: positivo al Covid ma in campo contro la Turchia

Il 31enne è sceso in campo, ieri, per giocare l’amichevole contro la Turchia. Alla fine del primo tempo i risultati dei tamponi dichiarano la sua positività al Covid.

Domagoj Vida, 31 anni, positivo al Covid ma ha partecipato all’amichevole di ieri ed (come in foto) è entrato a contatto con i giocatori nel ritiro

Nonostante fosse solo un’amichevole, Turchia e Croazia hanno messo in scena un pirotecnico 3-3 ricco di emozioni e di gol. Purtroppo, però, a caratterizzare la notte della Vodafone Arena di Istanbul è stato un episodio ai limiti del surreale.

Il difensore croato, in forze al Besiktas, Domagoj Vida è sceso regolarmente in campo per aiutare i suoi compagni durante la partita contro i padroni di casa. Il vicecampione del mondo ha giocato tutto il primo tempo, fin quando, appena rientrati negli spogliatoi, gli è stato notificato il risultato del suo tampone, antecedente alla partita.

Vida è stato dichiarato positivo al Coronavirus e, nonostante ciò, ha comunque giocato 45 minuti entrando in contatto con molteplici atleti e componenti dello staff.

Una leggerezza clamorosa della Federcalcio Croata che ha giustificato l’accaduto dicendo che i tamponi erano stati regolarmente fatti mercoledì mattina; ma i risultati sono arrivati solo a partita già iniziata.

Lo staff medico ha subito intimato il CT croato Delic a togliere dal campo il 31enne, ma l’impressione è che sia stato un intervento tardivo visto che, ormai, il giocatore era entrato in contatto con compagni e avversari.

L’evento gravoso di questa, surreale, faccenda è stato quello di non aver aspettato l’ufficialità dei tamponi e di non aver richiesto il rinvio della partita in modo da avere la sicurezza di non contagiare gli avversari.

Domagoj Vida è stato messo, prontamente, in isolamento e la squadra è attualmente in bolla in attesa di nuovi tamponi.

Il discorso contagi comprende anche diversi giocatori protagonisti nella nostra Serie APasalic (Atalanta, che ha anche segnato un gol durante il match), Rog (Cagliari), Badelj (Genoa), Brozovic Perisic (Inter) e Kalinic (Verona) sono stati a contatto con Vida durante tutta la settimana, in qualità di connazionali. Nella Turchia erano presenti Demiral (Juventus) e Calhanoglu (Milan), che però è rimasto in panchina per tutti i 90′ evitando, quantomeno, il contatto fisico con Vida.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus