Cristiano Ronaldo svincolato: dove puo’ andare? Quali club lo vogliono?

Calciomercato, Cristiano Ronaldo si svincola dal Manchester United. Parte la caccia all’asso portoghese, con il ritorno allo Sporting Lisbona opzione più accreditata.

L’inizio di una tempesta già annunciata: il comunicato col quale lo United ha annunciato la separazione da Cristiano Ronaldo ha scosso il mondo del calcio, e si abbatte come un uragano sull’imminente sessione di mercato invernale.

L’uomo dei record, che pochi giorni fa, segnando al Ghana, è diventato anche l’unico calciatore a timbrare il cartellino in cinque differenti edizioni del Mondiale, ha deciso di porre fine alla propria seconda esperienza in Inghilterra, dove i rapporti con i compagni di squadra e il manager Ten Hag si erano a dir poco logorati.

Dove andrà Cristiano? Questo il quesito che la notizia ha instillato nella mente di appassionati e addetti ai lavori, e che è pronta ad esondare come un fiume in piena, riempiendo di inchiostro le pagine dei quotidiani sportivi una volta sarà finito il Mondiale (che Ronaldo punta a vincere per arricchire un palmares che, a quel punto, mancherebbe della sola Coppa Uefa/Europa League).

Europa a prezzi ragionevoli e la suggestione Arabia

Difficile che un pezzo tanto pregiato non riesca a trovare una squadra pronta ad ingaggiarlo. La sensazione è che però, qualora Cristiano volesse calcare ancora i maggiori palcoscenici europei, dovrebbe pensare di abbassarsi l’ingaggio. Il prossimo 5 febbraio il campione di Madeira compirà 38 anni, e l’attuale stipendio da 29 milioni di euro rappresenta un lusso, anche per chi, come lui, è finora riuscito sempre a sfondare almeno quota 20 gol a stagione.

Una sola squadra, in Europa, sembra potergli garantire un ingaggio faraonico: è il PSG di Nasser Al-Khelaifi, che potrebbe a costituire una coppia tanto suggestiva da risultare letteralmente un miraggio. Messi e CR7 finalmente compagni d’attacco dopo un ventennio di accesa rivalità.

Acquistare Ronaldo significherebbe però, per i parigini, mettere in secondo piano Kylian Mbappé, stella della Nazionale transalpina che ha rinunciato alla corte del Real, pur allettato da un ingaggio faraonico da 100 milioni annui, per restare in patria.

E allora ecco che nel futuro di Ronaldo fa breccia un’altra ipotesi: un ritorno romantico allo Sporting Lisbona, il club che lo fece conoscere agli occhi del mondo e che, particolare non da trascurare quando parliamo del numero 7 più famoso al mondo, è ancora in corsa negli ottavi di Champions.

Circola poi, nelle ultime ore, la voce che vorrebbe Ronaldo in Arabia Saudita: l’Al Nassr, nove volte campione nazionale, avrebbe offerto al portoghese oltre 200 milioni (215 secondo la fonte CBS) per i prossimi tre anni.

Uno stipendio da 72 milioni netti per concludere la carriera, seppure in un palcoscenico non di primo piano. Vista la sua fame di vittorie, Ronaldo potrebbe essere orientato a scartare tale ipotesi a priori, ma il mercato si dimostra spesso imprevedibile, e la proposta del club saudita è di quelle difficilmente ignorabili.