Coppa Italia Primavera 2018-2019: vince la Fiorentina

I viola di mister Bigica sconfiggono il Torino nella doppia finale, aggiudicandosi per la quarta volta nella loro storia l’ambito trofeo che mancava da otto anni.

Grande festa in casa Fiorentina, che trionfa sul Torino nella doppia finale di Coppa Italia Primavera. I ragazzi di mister Emiliano Bigica, dopo aver vinto il match d’andata per 2-0, si ripetono anche al Filadelfia, imponendosi per 1-2 sui granata.

C’era il pubblico delle grandi occasione per questa importante sfida, con i padroni di casa chiamati a ribaltare il passivo rimediato al Franchi, mentre i viola a loro volta avevano come obiettivo quello di difendere l’importante vantaggio. La gara si mette  in discesa per la Fiorentina che trova il vantaggio al 36′ con il solito Vlahovic, il quale dal dischetto beffa con un cucchiaio l’estremo difensore granata, innervosendo i padroni di casa. La ripresa obbliga il Torino a dover cercare quattro reti per la conquista del trofeo, i granata di mister Coppitelli ci mettono tanto cuore, fino a trovare il momentaneo pareggio, firmato da un diagonale di Rauti.

Il Torino prova in ogni modo di mettere a segno altri goal, ma quando la stanchezza si fa sentire arriva la reazione degli ospiti, bravi allo scadere a trovare la zampata vincente con la complicità di un errore difensivo che consente a Maganjic  di sigillare il definitivo 1-2. Al fischio finale, è la Fiorentina a festeggiare la conquista della Coppa Italia, la quarta della loro storia, riconquistata dopo otto anni, grazie all’ottimo lavoro del tecnico barese e dei suoi ragazzi.

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Rocco Calandruccio

Informazioni sull'autore
Docente e opinionista radiofonico, collaboro con StadioSport da maggio 2016. Il calcio è la mia filosofia di vita, pratico Calcio a 5 con amore e passione, ma adoro scrivere tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.
Tutti i post di Rocco Calandruccio