Coppa Italia, Napoli-Udinese, 1-0, voti e pagelle: la sblocca Insigne partendo dalla panchina, ma ottimo l’atteggiamento dell’Udinese

 

Al Napoli basta un gol di Lorenzo il Magnifico per portarsi ai quarti della Coppa Italia. Sottovalutata inizialmente la retroguardia dell’Udinese, che ha resistito  per più di 70 minuti contro i partenopei. C’è da dire che il Napoli si è presentato con 2 giocatori mai schierati titolari dall’inizio dell’anno, Giaccherini e Ounas, che hanno fatto rimpiangere l’assenza dei due folletti, Insigne e Mertens. 

Voti e Pagelle

Napoli

Sepe 6: Tocca più palloni lui di piede che Callejon. Con le mani a stento la prende due volte.

Maggio 6: Soldatino prezioso ed efficiente, ma non gli chiedete di inventarsi chissà che cosa con palla tra i piedi.

Maksimovic 6: Serata di assoluta tranquillità, visto che l’Udinese è assente là in attacco.

Koulibaly 6: Lo costringono solo a due interventi in scivolata e altrettante chiusure in velocità. Per il resto non si sporca i pantaloncini.

Hysaj 6.5: In difesa non passa nessuno. Nel primo tempo sta sulle sue, mentre nella ripresa sale spesso. Una sua sgroppata segna la bocciatura di Giaccherini: va più veloce Elseid palla al piede che Emanuele senza. 

Rog 7: Ferocissimo come un leone. Nel primo tempo manda in porta Callejon con un lancio perfetto. Grandissima sostanza, come si vede in occasione del gol dell’1-0 che viene innescato da lui.

Jorginho 6: Prova più spesso del solito a verticalizzare, spesso senza successo. Per il resto gode di sufficiente libertà per giochicchiare.

Zielinski 6: Nel primo tempo si vede pochino. Nella ripresa fa qualcosa in più dopo l’ingresso di Insigne e Mertens.

Ounas 5: Sbatte più volte su Pezzella nel primo tempo e poi anche sul palo alla mezz’ora. E’ comunque il più presente nel trio d’attacco. Nel secondo tempo evapora, ma esce comunque tra gli applausi.

Callejon 5: In un ruolo non suo e con compagni che non sono quelli soliti attorno è difficilmente giudicabile. Però sbaglia la più ghiotta occasione del primo tempo.

Giaccherini 4: Nel primo tempo dà ragione a Sarri: è un corpo estraneo nel tridente azzurro. Al 55′, quando Hysaj palla al piede riesce a correre più veloce di lui, Sarri decide di certificare la bocciatura dell’ex Juve e lo toglie. 

Entranti
Insigne 7: In 10 minuti abbatte il muro friulano. Poco dopo prova a ricambiare l’assist a Mertens con un tocco delizioso.
Mertens 6.5: Perfetto il lancio che spedisce Insigne in porta. Scuffet gli nega il gol.
Allan 6: Entra bene in partita e spesso affonda nella tre quarti friulana di prepotenza.

Allenatore
Sarri 6.5: Nel primo tempo lo tradiscono gli interpreti, ma si vede che il gioco lo conoscono tutti a memoria. Perfetta la scelta e la tempistica dei cambi. Le cose ci hanno dimostrato che sui minutaggi concessi a Giaccherini e Ounas ha ragione lui. 

UDINESE

Scuffet 6,5: Un’uscita sicura e tranquilla su Giaccherini, salva su Callejon e Mertens mantenendo sempre la massima attenzione sui cross e sulle palle alte, ci vuole Insigne per violare la sua porta.

Bochniewicz 5,5: Si distrae con troppa facilità, perdendo dei palloni che poteva gestire in maniera molto più oculata.

Danilo 6,5: Anticipa Giaccherini chiudendolo in calcio d’angolo, pulisce l’area di rigore nei calci d’angolo, arriva sul pallone quasi sempre prima degli avversari.

Nuytinck 6: Erige un muro dove Zielinski va più volte a sbattere, nella prima frazione è difficilissimo passare dalle sue parti, nella ripresa a causa della stanchezza la sua marcatura è meno asfissiante.

Stryger Larsen 6: Non rinuncia a qualche incursione per vie laterali anche se viene pizzicato in offside dall’assistente di Pasqua, il suo apporto si limita comunque nel portare a casa qualche calcio d’angolo.

Balic 5,5: Assieme ad Hallfredsson mostra alcune incertezze a centrocampo dove non sempre ha le idee ben chiare su cosa debba farci col pallone tra i piedi.

Hallfredsson 5,5: Dopo qualche anno nel campionato italiano dovrebbe essere più scafato, invece gli avversari trovano sempre il modo di neutralizzarlo e nascondergli il pallone.

Jankto 5,5: Impossibile per lui combinare qualcosa di buono con Koulibaly nei paraggi che lo sovrasta fisicamente e lo tiene sempre alla larga dal pallone e dal vivo del gioco. 

Pezzella 6,5: Solamente i crampi lo fermano, il numero 97 friulano rimane comunque autore di un’ottima prova, un prospetto da tenere d’occhio. 

Matos 5,5: Vince qualche duello con Ounas ma in zona tiro non riesce mai a rendersi realmente insidioso calciando malissimo oppure addosso a Sepe le poche volte che inquadra lo specchio. 

Bajic 6: Non gli manca la voglia di far bene e mettersi in evidenza, gli manca però l’acuto per lasciare il segno come si deve.

Entranti

De Paul 5,5: Ci si aspettava un contributo diverso da parte sua, chi sperava che potesse spostare l’inerzia del match a favore dell’Udinese si è dovuto ricredere

Widmer 5: Sul gol di Insigne è da tutt’altra parte invece di seguire come un’ombra il numero 24 partenopeo, chiudendo la marcatura su di lui quando ormai è troppo tardi

Lasagna s.v.

Allenatore
Oddo 6: Concedere un solo gol al Napoli è quasi un successo, va rimarcato come il nuovo tecnico friulano finora abbia perso (due volte) solamente contro i partenopei, a dimostrazione dell’ottimo lavoro compiuto in poche settimane dall’ex-allenatore del Pescara.