Colpo di scena, accordo con l’Inter: Simone Inzaghi nuovo allenatore! Addio Lazio

L’Inter ha trovato l’accordo con Simone Inzaghi, che sostituirà Antonio Conte come nuovo allenatore: salta definitivamente la trattativa con la Lazio per il rinnovo del contratto

Sembrava ormai cosa fatta, un matrimonio da proseguire nel bene e nel male. E, invece, anche le migliori famiglie si separano, come dimostrato in queste ultime ore nel calcio italiano, per iniziare nuove avventure.

Infatti, il corteggiamento dell’Inter pare abbia avuto effetti sperati: accordo di massima con Simone Inzaghi, che a breve diventerà il nuovo allenatore.

Ma andiamo con ordine, partendo dalla sponda nerazzurra. La vittoria dello Scudetto doveva essere l’inizio di un ciclo vincente per Antonio Conte, rimasto basito di fronte alla volontà di Suning di fare un passo indietro.

Infatti, la proprietà cinese aveva annunciato l’intenzione di abbattere il monte ingaggi per almeno un 15-20%, nonché la possibilità di cedere qualche giocatore importante, magari non un top player, ma depauperando la rosa.

Il problema è prettamente economico per Suning: l’emergenza Covid-19 ha tagliate le gambe alla multinazionale cinese, che pochi mesi fa ha fatto fallire lo Jiangsu nella Super League cinese, subito dopo aver vinto il titolo.

Così, Conte ha deciso di rescindere consensualmente il contratto con l’Inter, accettando una buonuscita da circa 7 milioni di euro, un risparmio di 6 milioni di euro, ben 12 lordi, rispetto all’ingaggio che avrebbe dovuto prendere l’anno prossimo.

La dirigenza nerazzurra, composta dal duo Beppe Marotta e Piero Ausilio, ha subito contattato Tullio Tinti, tra l’altro procuratore di Alessandro Bastoni, che rinnoverà a breve, per corteggiare Simone Inzaghi, considerato il perfetto sostituto dell’allenatore campione d’Italia.

Infatti, Inzaghi aveva pubblicamente dichiarato che attendeva da più di un anno notizie da parte del presidente Claudio Lotito in merito al prolungamento dell’attuale contratto in scadenza il 30 giugno con la Lazio.

Tra l’altro, il tecnico aveva mostrato un certo disappunto per il trattamento ricevuto dal club biancoceleste, nei confronti del quale avrebbe atteso solo per riconoscenza.

Ieri sera, però, il possibile caso sembrava rientrato dopo un lunghissimo incontro con Lotito e il ds Igli Tare, con tanto di cena, al termine di una trattativa che sembrava aver portato all’accordo sul rinnovo fino al 2024 da 2,2 milioni di euro netti a stagione più bonus.

Oggi, però, il clamoroso colpo di scena. L’agente Tinti si è presentato nuovamente in sede dell’Inter, che ha confermato ufficialmente l’offerta: contratto fino al 2023 da 4 milioni di euro netti a stagione, più bonus.

Avvisato dallo stesso Inzaghi, il presidente Lotito si è spazientito e ha deciso di interrompere definitivamente la trattativa, curiosamente poche ore dopo dichiarazioni molto positive alla stampa.

Insomma, sarà addio da Roma per Inzaghi, pronto a diventare il nuovo allenatore dell’Inter, con cui avrà l’arduo compito di difendere uno Scudetto atteso più di dieci anni.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia