Chelsea, non basta Mount: solo un pareggio contro il Leicester

Appuntamento rimandato con la prima vittoria stagionale per il Chelsea.

Continua il momento no della banda di Frankie Lampard che, dopo la pesantissima sconfitta al debutto in campionato in casa del Manchester United per 4-0 e la delusione della Supercoppa UEFA sfumata solo ai rigori contro il Liverpool, incappano in uno scialbo pari interno per 1-1 contro il Leicester.

E dire che la gara dei Blues è stata quasi tutta un assedio in area ospite ed erano stati arrembanti già dall’inizio.

La prima occasione arriva già dopo 47 secondi, cross dalla destra di Azpilicueta, sponda di petto di Giroud che diventa un assist al bacio per Pedro il cui destro al volo si infrange sull’esterno della rete alla sinistra del portiere figlio d’arte Kasper Schmeichel.

Già al 5′ i Blues replicano con il giovane Mason Mount che fà le prove generali del gol, scaricando un interno sinistro su cui ha buon gioco Schmeichel.

Gol che arriva già 2 minuti dopo con Mount che ruba palla al disattento Ndidi prima di infilare il destro rasoterra che vale al classe 1999 il 1° gol in Premier League nonché in maglia Blues della sua carriera.

L’assedio Blues è perpetuo, ma un pò il catenaccio del Leicester che blocca l’ultimo passaggio e un pò l’imprecisione degli attaccanti di casa, contribuiscono a mantenere fermo il punteggio.

Vedasi l’occasionissima per il raddoppio al 26′, con il cross dalla sinistra di Emerson Palmieri, la sponda di tacco del solito Giroud per Kanté che si vede stoppare la conclusione a botta sicura a centro area.

Nella ripresa gli uomini di Brendan Rodgers si scuotono e ritrovano la verve, oltre a trovare il definitivo pari al 66′, con il già sopra citato Ndidi, che si fà perdonare l’errore precedente con l’imperioso stacco di testa su calcio d’angolo che si insacca alla sinistra di un impotente Kepa.

1° gol in questo campionato per le Foxes – che alla prima avevano pareggiato senza gol in casa contro il Wolverhampton.

Poi non succede granché fino alla fine di un match nel quale comunque i Blues avrebbero potuto ottenere qualcosa di più.

 

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato