Champions League, la situazione aggiornata dopo il girone di andata

Si sono conclusi questa settimana i match di andata della fase a Gironi di Champions League 2022-23 e andiamo ad esaminare la situazione e le possibili qualificate agli ottavi di finale.

Dopo che le squadre di Champions League hanno giocato tutte le loro prime 3 partite dei rispettivi Gironi che hanno già regalato tantissime emozioni e colpi di scena, inizia a delinearsi la probabile situazione degli ottavi di Champions tra possibili grandi escluse e piccole rivelazioni.

nasce la Nuova Champions League

Per quanto riguarda le squadre italiane arrancano tre su quattro e la qualificazione al turno successivo è frutto di un intreccio di risultati favorevoli piuttosto che delle reali forze da mettere in campo.

Juventus in grande difficoltà, Milan e Inter ancora in gioco, Napoli stellare. E intanto si affacciano nuove outsider in giro per l’Europa.

La vera sorpresa degli otto gironi è senza dubbio il Club Brugge di Carl Hoefkens che guida a punteggio pieno il proprio Girone davanti a Porto, Leverkusen e Atletico Madrid.

Niente male il Benfica che nel Gruppo H delle corazzate PSG e Juventus potrebbe giocarsi il secondo posto e passaggio del turno.

Tutto sommato impensabile vederle arrivare fino in fondo e, stando alle quote piú recenti, su chi vincerá la Champions League 2023 è sempre una questione tra i top club più titolati d’Europa con Manchester City, PSG, Bayern Monaco, Liverpool e Real Madrid favoriti su tutti.

In termini di quote, statistiche e probabilità le italiane sono praticamente tagliate fuori, eppure c’è una squadra su tutte che sta letteralmente incantando l’Europa.

Analizziamo quote e probabilità di vincere la Champions League delle italiane:

Napoli. Gli azzurri di Spalletti non si fermano più. Prendono a pallonate anche l’Ajax nell’ultima di andata e confermano il primo posto dopo tre giornate: punteggio pieno, tredici gol fatti e due subiti. Cattiveria agonistica, esaltazione in attacco e perfezione in difesa.

Il Napoli aggredisce sistematicamente l’area avversaria con cinque o sei uomini: Kvara, Zielinski, Raspadori, Anguissa, Di Lorenzo. Il georgiano non si ferma più, e in panca c’è ancora un certo Osimenh. Il Napoli di Spalletti è una rivoluzione.

Spalletti è la rivoluzione. Quest’anno, più degli altri, la certezza potrebbe essere soltanto una, la solita: l’unico, vero avversario del Napoli può essere il Napoli stesso. Occhio ai cali di concentrazione. Azzurri a 20 come chance di alzare la coppa.

Milan. Senza infamia e senza lode in un girone da 50 e 50 considerando che l’unico vero sparring partner del gruppo E è il Chelsea di Sterling & co.

Per giunta, batosta allo Stamford Bridge in una gara senza storia. Al Milan pesano un pò di infortuni: Maignan, Theo, Calabria, Saelemaekers e Kjaer. Salisburgo e Dinamo Zagabria non dovrebbero impensierire i rossoneri, ma la qualificazione è parzialmente a rischio e l’ipotesi di arrivare in fondo alla Champions è praticamente un miraggio: le quotazioni dei bookie danno a 50 il Milan vincente.

Girone apertissimo, legato ovviamente anche ai risultati delle rivali. Nota positiva: il fattore campo. I diavoli giocheranno due delle tre gare restanti in casa. La trasferta a Zagabria non dovrebbe terrorizzare i rossoneri, che nel frattempo hanno la possibilità di recuperare qualche infortunato.

Inter. Quella col Barca è stata la gara della svolta. L’Inter ritrova il secondo posto proprio a discapito dei blaugrana ma il girone è mortifero.

I nerazzurri scontano un gioco poco fluido in questa seconda parte di 2022. Problemi del reparto arretrato soprattutto in termini di passività nelle fasi di recupero palla che richiederebbero maggiore aggressività sul portatore e una migliore occupazione degli spazi.

Eppure con il Barcellona la difesa ha retto l’onda d’urto per 90 minuti. E in alcuni frangenti della prima frazione si è intravista più volte una certa dinamicità offensiva. Adesso l’Inter è chiamata a soffrire: gare esterne a Monaco e in Catalogna. La sfida nel complesso appare improba.

I bookie danno a 50 la possibilità che Inzaghi alzi la coppa.

Juventus. Il pareggio del Benfica con la corazzata PSG complica le cose alla formazione di Allegri che nell’ultima gara del girone H arremba sull’anonimo Maccabi e recupera un pò di fiducia dopo due mesi terribili tra campionato e coppa.

Terribili anche le quotazioni dei siti di scommesse che danno a 75 le chance dei bianconeri di alzare la Champions. La Juventus resta una strana creatura anche in Europa, complice la competitività dei parigini e la rivelazione dei portoghesi che stanno conducendo un girone all’altezza. P

oco da aggiungere insomma, il cammino di Vlahovic & co. non sembra destinato a durare.

In definitiva è assolutamente presto per i verdetti, ma la Champions vista finora incorona almeno cinque squadre uber alles: Manchester City, Bayern Monaco, Real Madrid, PSG e Liverpool, con le ultime due che nel girone d’andata non hanno particolarmente brillato.

I siti di scommesse sembrano avere le idee chiare. Ma è probabile che finora non abbiano considerato una certa corazzata che gioca al Maradona.

Carlo M.

Informazioni sull'autore
Appassionato di Sport (Calcio - F1 - MotoGp)
Tutti i post di Carlo M.