Calciomercato Sassuolo: presi Ciervo, Moro e Lucca

I neroverdi sono pronti a concludere le operazioni riguardanti tre giovani promesse del calcio italiano.

Da linea verde a linea “neroverde”.

Il Sassuolo, che già negli ultimi anni ha dimostrato di poter sfornare talenti di enorme qualità, sta agendo sul mercato con la stessa filosofia di sempre: ovvero acquistare giovani prospetti che possano diventare potenziali campioni.

Se sono italiani, poi, tanto meglio! Basterebbe pensare ai gioielli che stanno caratterizzando la stagione degli emiliani che, quest’anno, hanno potuto contare sull’ennesima stagione da leader di Berardi, l’esplosione di Frattesi e la crescita del duo offensivo più chiacchierato e ricercato d’Italia composto da Raspadori e Scamacca.

Tra questi nomi, alcuni potrebbero dover dire addio alla causa neroverde e per tale motivo il Sassuolo ha già trovato i nomi con cui “rifarsi il vestito”.

Sembrerebbero in dirittura d’arrivo, infatti, tre affari di grande spessore che riguardano soprattutto la fase offensiva.

Il primo è il talentino del Pisa Lorenzo Lucca. Il centravanti classe 2000, già convocato da Mancini in Nazionale, è sulla cresta dell’onda dopo un inizio di stagione, in Lega cadetta, incredibile con 6 reti siglate.

La cifra dell’accordo dovrebbe essere circa di 10 milioni di euro con l’affare che può andare in definizione già a Gennaio, o in estate come erede di Scamacca che sembra dover partire.

I gol di Scamacca, non saranno sostituiti solo da Lucca, ma anche dal giovane Luca Moro che sta facendo sfaceli il Lega Pro, con la maglia del Catania.

19 gol in 18 partite, hanno convinto il Sassuolo a credere in lui ed è già stata inviata un’offerta di 3 milioni di euro più bonus al Padova che ne detiene il cartellino.

Chi, invece, ha già ottenuto il “via libera” ed è già pronto a vestire la maglia del Sassuolo, è il giovane Riccardo Ciervo.

L’operazione è già stata formalizzata e il calciatore è da considerarsi, a tutti gli effetti, un calciatore dei neroverdi che hanno ottenuto l’accordo per un prestito con obbligo di riscatto a 2 milioni di euro con una percentuale di rivendita a favore della Roma che ha ceduto il giocatore.

Un trio di giovani di grande talento e di grande futuro, che potranno diventare il nuovo asse portante del Sassuolo che è destinato, ancora una volta, a divertirci con la propria fabbrica di talenti “made in Italy“.