Calciomercato Juventus: De Sciglio o Lirola sostituti di Dani Alves?

L’infortunio di Dani Alves continua a tenere banco in casa Juventus: la frattura composta del perone del brasiliano ex Barcellona durante la sfida persa malamente contro il Genoa ha portato necessariamente Marotta e Paratici a cercare sostituti sul mercato. Per il terzino lo stop sarà almeno di 4 mesi.

La prima soluzione per sostituirlo è quella che porta al calciomercato: Mattia De Sciglio del Milan.

calciomercato-juventus-de-sciglio

Il terzino classe ’92 è ormai da tempo un vecchio pallino di Marotta, il quale ha cercato di portarlo sotto la Mole già da parecchie stagioni, ma senza successo.

Il ragazzo tra le fila dei rossoneri non è un titolarissimo di Vincenzo Montella che, tuttavia, lo considera parte integrante della formazione che verrà. L’idea, che con il passare del tempo sta divenendo sempre più reale, di avere una formazione rossonera giovane ed italiana allontana dal mercato una figura come quella di De Sciglio, prodotto del vivao e nel giro della Nazionale di Giampiero Ventura.

Il ragazzo, però, davanti ad un’offerta economicamente allettante potrebbe vacillare: in tal senso la Juventus è pronta ad offrire un quadriennale da 3 milioni di euro netti a stagione, contro gli 1,5 attuali.

Per i Diavoli, invece, sarebbero pronti circa 12 milioni di euro, cifra che già in estate era considerata troppo bassa. Nel mercato di gennaio, inoltre, difficilmente questo tipo di trattative si concludono con successo: meglio attendere l’arrivo dell’estate.

Calciomercato Juventus: Pol Lirola del Sassuolo potrebbe rientrare

Il secondo nome è una mezza soluzione interna: Pol Lirola. Il terzino classe ’97, di proprietà proprio della Juve ma attualmente in prestito biennale al Sassuolo, rappresenterebbe una soluzione low-cost che potrebbe garantire una copertura in un ruolo in cui, va detto, le alternative non mancano.

calciomercato-juventus-lirola

Lichtsteiner ed all’occorrenza anche Barzagli, infatti, garantiscono una copertura di spessore in quella posizione, ma entrambi allo stesso tempo e per motivi diversi non convincono né il tecnico Massimiliano Allegri né tantomeno la società di Corso Galileo Ferraris.

Il terzino svizzero, dopo i malumori estivi e l’estromissione dalla lista Champions, appare sempre sul piede di partenza. Il contratto, inoltre, ha scadenza breve: giugno 2017.

Per quanto concerne il roccioso centrale della Nazionale, appare chiaro a tutti, al di là dei discreti risultati frutto soprattutto dell’abnegazione, che si tratti di un ripiego al quanto forzato. Le caratteristiche tecnico-tattiche, infatti, sono tutt’altre.

Pol Lirola, al contrario, sembra rispecchiarle tutte. Almeno sulla carta. Lo spagnolo classe ’97, scovato due stagioni fa dagli scout bianconeri tra le fila dell’Espanyol B, ha convinto parecchio nella Primavera di Fabio Grosso ed anche in Emilia sotto la saggia guida di Eusebio Di Francesco non sta affatto sfigurando.

Va detto, però, che il giovane terzino non è titolare inamovibile dei neroverdi giocandosela spesso con Gazzola sulla fascia destra.

Dal punto di vista economico, invece, questa prospettiva sembra convincere: al Sassuolo, infatti, potrebbe bastare un semplice premio di valorizzazione e, magari, un altro giovane di prospettiva da far crescere in Emilia. Rogerio, giovanissimo esterno basso classe ’98 della Primavera della Vecchia Signora, potrebbe essere il profilo adatto.

I margini di miglioramento ed al contempo le lacune da colmare sono tante: l’inesperienza, infatti, sembra il fattore che al momento spinge la dirigenza bianconera a prendere in considerazione questo profilo soltanto come extrema ratio.

Meglio lasciarlo maturare un altro paio d’anni, perchè il talento di fondo è ben evidente, ma è meglio non bruciarlo. E’ tutta da verificare, infine, la volontà da parte della dirigenza neroverde di far tornare il ragazzo alla casa base così presto.

Calciomercato Juventus: Federico Mattiello è la soluzione interna

calciomercato-juventus-mattiello-sostituto-dani-alves

Il terzo ed ultimo nome, che per dovere di cronaca è quello che convince di meno, è un vero e proprio ripiego a costo zero: stiamo parlando di Federico Mattiello.

Il terzino destro classe ’95, che ormai è da considerarsi pienamente recuperato dopo le due fratture di tibia e perone in altrettante stagioni, potrebbe tornare utile in qualità di alternativa sia in campionato sia in Coppa Italia ai titolari.

Il ragazzo, che nella sua breve quanto sfortunata parentesi al Chievo ha dimostrato di essere davvero un prospetto interessante, possiede delle doti tecniche, tattiche ed atletiche importanti; l’enorme punto interrogativo, al netto dell’esperienza, riguarda la sua integrità fisica.

Con tutta probabilità la Juventus prenderà in esame altri profili per identificare il sostituto di Dani Alves, tuttavia Mattiello rappresenta, per dovere di cronaca, un’alternativa che, nel caso in cui tutte le piste sfumassero, potrebbe essere presa in considerazione da Allegri. Il talento di certo non manca.