Barcellona, Pochettino in pole position: Tottenham su Sarri, Spalletti, Allegri e Mancini

Il tecnico argentino degli “Spurs” sembra essere favorito alla sostituzione di Lui Enrique sulla panchina dei blaugrana, ma il club inglese è pronto a puntare sui bravi e esperti tecnici italiani.

Mauricio Pochettino, foto postata su “Twitter” nell’account dello stesso allenatore

In casa Barcellona sembra ormai scontato l’addio a fine stagione del tecnico Luis Enrique, il quale con molta probabilità verrà sostituito con l’attuale manager argentino del Tottenham, Mauricio Pochettino. I blaugrana dunque puntano sul tecnico degli “Spurs” che in questi anni ha dimostrato ottime cose in Premier League fino a mettersi in evidenza nel panorama europeo.

Per il Barcellona, Pochettino sarebbe l’uomo giusto per riaprire un nuovo ciclo vincente, oltre a lui erano stati accostati alla panchina blaugrana altri tecnici di spessore, su tutti l’ex ct del Cile e attuale timoniere del Siviglia, Sanpaoli. La scelta di voler puntare su Pochettino non è solo caratterizzata dalla sua bravura di tecnico, ma anche per il fatto di conoscere molto bene la Liga spagnola, avendo giocato tanti anni e  iniziato la carriera da allenatore nell’altra squadra di Barcellona, vale a dire l’ Espanyol.

Il Tottenham sa bene di dover perdere il proprio tecnico a fine stagione e sta valutando chi potrà essere l’erede ideale dell’argentino, secondo alcune indiscrezioni si guarda in Italia, dove piacciono il partenopeo Sarri, il romanista Spalletti, lo juventino Allegri e l’ex interista Mancini. Sara difficile per gli “Spurs” arrivare ai primi due, un pò meno ad Allegri che con molta probabilità lascerà la panchina della Juventus a fine stagione, anche se su di lui c’è l’interesse dei rivali storici dell’Arsenal.

Al momento di questi nomi citati, l’unico su cui il Tottenham può arrivare è Roberto Manicini, che è libero e in più aveva manifestato la voglia di voler tornare ad allenare in Premier League e la panchina degli “Spurs” potrebbe essere una soluzione gradita all’ex tecnico interista.