Home » Atalanta-Juventus 0-0, dichiarazioni post partita, Allegri “Contento del pareggio, dovevamo essere più verticali, Szczesny tra i migliori d’Europa.”

Atalanta-Juventus 0-0, dichiarazioni post partita, Allegri “Contento del pareggio, dovevamo essere più verticali, Szczesny tra i migliori d’Europa.”

La Juventus non va oltre lo 0-0 al Gawiss Stadium contro l’Atalanta e resta ferma a 14 punti in classifica a -4 dalla vetta.

Max Allegri
Max Allegri – StadioSport.it

Massimiliano Allegri è intervenuto nel post partita ai microfoni di Dazn per analizzare la gara dei suoi “Gli ultimi venti minuti ci siamo tirati un po’ indietro. Abbiamo sbagliato tecnicamente dei passaggi dove bisognava andare un po’ più dritti e più verso la porta perché avevamo la possibilità di farlo. Sapevamo che venire a giocare qui non era facile perchè l’Atalanta è una squadra molto difficile da affrontare e direi che sono contento del risultato perché comunque questo di oggi è un punto che ci consente di rimanere al terzo posto insieme al Napoli e da domani si pensa alla gara contro il Torino.”


Il tecnico ha poi continuato: “Alla fine non era facile, forse dobbiamo essere un pochino più convinti nel primo tempo quando negli ultimi 20/25 minuti abbiamo avuto la gestione della palla. Dovevamo essere più verticali e andare meno sulla gestione della palla e su questo dobbiamo lavorare. Ai ragazzi non ho da rimproverare nulla.”


Su Szczney “Oggi ha fatto una parata straordinaria, è tra i portieri più forti d’Europa. Degli errori come quelli di Sassuolo possono capitare a tutti, ma lì comunque non abbiamo perso per colpa sua.”

Sulle altre: “Noi dobbiamo concentrarci sul fare il massimo già nel girone d’andata. Abbiamo dato inizio ad un nuovo ciclo con giocatori giovani e con poca esperienza nel campionato italiano, lo stesso Gatti ha poche presenze, Miretti, Fagioli, Weah e Cambiaso sono molto giovani e noi dobbiamo lavorare conoscendo i nostri limiti e solo da squadra riusciremo a trovare risultati.”


Su Bremer e Locatelli: “Locatelli ha fatto una bella partita e soprattutto nelle ultime due è andato in crescendo, perché si è mosso meno dalla sua posizione e, quindi, si fa trovare meglio e i palloni gli arrivano facilmente. A Sassuolo non lo aveva fatto e siamo andati un po’ in difficolta. Bremer è uscito per i crampi e quindi non ha nulla di che.”