Atalanta, accuse Papu Gomez: risposta di Gasperini

Sembra non placarsi la polemica tra il Papu Gomez e Gian Piero Gasperini. I due, che non sono andati mai d’accordo ai tempi dell’Atalanta, continuano la loro discussione a distanza. L’attaccante argentino parla addirittura di un aggressione dell’attuale tecnico della Dea nei suoi confronti. L’allenatore, invece, si difende.

Seppur a distanza, continua ancora l’astio tra Papu Gomez e Gian Piero Gasperini. L’argentino è dovuto scappare dall’Atalanta per via di alcune incomprensioni con il tecnico. Ancora oggi, nonostante abbia cambiato paese e giochi nel Siviglia, l’ex Catania continua a togliersi qualche sassolino dalla scarpa, mostrando dei retroscena riguardante il suo ex allenatore.

La rottura con l’Atalanta è stata molto brusca per Gomez, tant’è che Gasperini non lo inseriva mai come titolare. Alla fine, l’argentino ha dovuto lasciare i suoi compagni ed andare altrove. Gomez ha parlato al quotidiano L’eco di Bergamo rispondendo alle parole di Gasperini che lo aveva attaccato dicendo che il motivo per cui era andato via erano i suoi comportamenti.

Gomez: “Gasperini mi ha aggredito”, Gasperini risponde

A balzare agli occhi, nell’intervista del giocatore, sono le parole che riguarderebbero un’aggressione da parte del tecnico della Dea nei suoi confronti. Per Gasperini è stato lo stesso attaccante ad aggredirlo. El Papu, però, si difende ammettendo che ci sono circa 50 testimoni tra i tesserati che potrebbero testimoniare.

“Non capisco perché Gasperini si ostini a dire bugie: ci sono 50 testimoni della sua aggressione. Io ho detto di avere sbagliato disobbedendo sul campo, non so perché lui non riesca ad ammettere la verità”.

Per Papu Gomez nessun problema con i Percassi con cui è rimasto in buonissimi rapporti. Al momento dell’addio, tra l’altro, loro c’erano ma l’unico a mancare era proprio Gasperini. Il Papu continua a parlare dell’aggressione ammettendo di non riuscire a guardare in faccia il suo tecnico, dopo l’accaduto.

Gasperini, però, ha risposto pubblicamente alle accuse:

“L’aggressione fisica è stata sua, non mia, ma il vero motivo per cui è andato via da Bergamo è per aver gravemente mancato di rispetto ai proprietari del club. I comportamenti e gli atteggiamenti di Gomez, in campo e fuori, erano diventati inaccettabili per l’allenatore e per i compagni. Mi auguro che Gomez possa continuare a far parlare di sé con le prestazioni, come faceva all’Atalanta”.

Tutto questo ha gettato ombre sui tifosi dell’Atalanta che sono divisi tra il loro ex beniamino ed il loro attuale tecnico. Si è creata una frattura e spetterà a loro decidere chi ha ragione.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Cesare Tartaglione

Informazioni sull'autore
"Non c'è altro posto al mondo dove l'uomo è più felice che in uno stadio di calcio" Classe 96. Nutro una vera venerazione per il calcio e una profonda passione per la scrittura e la libertà di espressione. Insegnante e divoratore di libri. Open minded.
Tutti i post di Cesare Tartaglione