Video Gol Highlights Zorya-Roma 0-3: Sintesi 30-9-2021

La Roma vince in Ucraina grazie ai gol di El Shaarawy, Smalling e Abraham.

Missione compiuta per i giallorossi che, nella trasferta in Ucraina contro lo Zorya, riescono a mantenere la testa della classifica del gruppo C di Conference League giocando letteralmente sul velluto contro gli avversari.

Gli ucraini si dimostrano, fin da subito, poca roba rispetto alla meglio attrezzata armata capitolina che ci mette poco meno di sette minuti a mettere in chiaro le differenze tecniche e tattiche grazie all’assist della carta schierata, a sorpresa, da Josè Mourinho, ovvero Darboe.

Il giovane giallorosso mette in porta El Shaarawy che è lesto nel trafiggere l’incolpevole estremo difensore dello Zorya. Il faraone sarà protagonista di una partita molto positiva, ma è il gol l’elemento che spacca totalmente l’apparente equilibrio.

Nonostante i soli 7 minuti passati, la partita può già dirsi conclusa. I giallorossi giocano con tranquillità e con la consapevolezza di una superiorità che non ha bisogno di essere dimostrata anche perché lo Zorya è anemico in mezzo al campo e accetta un ritmo che lento e dire poco.

La difesa degli ucraini fa acqua da tutte le parti e l’attacco non è fluido come dovrebbe, ma, anche nelle più rosee situazioni, c’è bisogno di mettere in chiaro le cose.

I giallorossi chiudono il discorso nel secondo i tempi grazie ai cambi: Zaniolo entra con grande voglia di fare, rispetto ad un Carles Perez troppo fumoso; Smalling trova il modo di siglare il 2-0 che chiude, definitivamente, i giochi e c’è spazio anche per Tammy Abraham che rende ancora più interessante questo match.

L’inglese mostra, in quel poco tempo che gli è concesso, la fame e la cattiveria di chi vuole dimenticare al più presto il derby perso in campionato e in 10 minuti prende un palo e poi fissa il punteggio sul 3-0.

Tutto troppo facile per una Roma che ha strameritato la vittoria.

Le pagelle dello Zorya

Matsapura 6: Nonostante i tre gol subiti, è grazie a lui se il passivo non è più ampio. Buone parate su Carles Perez e Shomurodov.

Favorov 4: Da brividi (ovviamente in negativo), inizia la partita sbagliando totalmente la scelta di tempo su Darboe e nel terzo gol diventa il perfetto uomo assist per Abraham. Migliore in campo… per la Roma. (dal 93′ Snurnitsyn SV)

Cvek 5: Sbaglia la marcatura su El Shaarawy durante il primo gol, poi si intimidisce.

Imerekov 5,5: Difficile tenere Shomurodov questa sera, non combina “guai” come i compagni di reparto, ma non è nemmeno lodevole per strappare una sufficienza.

Khomchenovskyy 5,5: La sua sfida è esclusivamente con Carles Perez. Il duello è perso, ma c’è chi ha fatto peggio.

Nazaryna 5: Troppi duelli persi e ancor più palloni persi. Serata da incubo per quello che doveva essere il metronomo della squadra.

Buletsa 5,5: Pochi spunti e isolati. Sono pochissimi i fraseggi con gli attaccanti. (dal 70′ Cristian 5,5: Entra quando non può far nulla per cambiare il match)

Kochergin 6: Forse l’unico che ci ha davvero provato. Davanti gioca in maniera più che sufficiente ma lo frega la poca precisione e il poco aiuto che i compagni gli tributano.

Sayyadmanesh 5: Prova ad imporsi sul gioco aereo, ma non ci riesce. Per il resto è come se fosse inesistente. (dal 71′ Zahedi 5,5: Non cambia il match)

Gromov 5,5: Impreciso per 90 minuti, ma almeno ci prova. (dal 92′ Owusu SV)

Kabaiev 5: Sbatte ripetutamente sul muro giallorosso. (dal 85′ Lunov SV)

Viktor Skrypnyk 4,5: Non può farci nulla, la Roma è fin troppo più forte rispetto al suo, docilissimo, Zorya, ma la squadra entra in campo senza voglia, senza grinta e con l’idea di aver già perso, il che a questi livelli è sbagliatissimo.

Le pagelle della Roma

Rui Patricio 6: Spettatore non pagante del match fino a pochi secondi dalla fine quando il suo più grande pericolo si chiama Kumbulla.

Ibanez 5,5: Non funziona ancora fin troppo bene come terzino e qualche volta i duelli in velocità non gli permettono di esprimersi.

Kumbulla 5,5: Non riesce a convincere come vorrebbe (e dovrebbe). Qualche indecisione di troppo e alla fine rischia anche di fare la frittata.

Smalling 6,5: Fa buona guardia senza avere troppi problemi. Serata tranquilla per l’inglese che trova anche la soddisfazione di siglare il gol del 2-0

Calafiori 6,5: Altra buonissima prestazione sia a livello di spinta che di copertura. La crescita è evidente e il ragazzo non può che continuare a stupire.

Darboe 6,5: Gioca titolare un po a sorpresa e poi ripaga l’allenatore con una prestazione importante. Suo l’assist per il primo gol giallorosso. (dal 72′ Diawara 6: Fa addormentare la gara in un momento in cui sembrava già chiusa)

Cristante 6: Non ha bisogno di strafare oggi. Buon lavoro in mezzo al campo, ma per lui è ordinaria amministrazione.

C.Perez 5,5: Anche oggi, impressiona domani. Tanto fumo e poco arrosto per lo spagnolo che, nonostante provi ripetutamente a mettersi in mostra, sembra fin troppo compassato. (dal 61′ Zaniolo 6,5: Cambia il ritmo della Roma e di tutta la partita)

Pellegrini 6: Non brilla troppo, ma oggi non c’è bisogno di andare al massimo dei giri. (dal 76′ Villar 6: Sfiora il poker)

El Shaarawy 7: Segna subito e mette la partita nei binari prevedibili. Il faraone è il più convincente e pericoloso della squadra. (dal 76′ Borja Mayoral 6: Pochi minuti per lo spagnolo che avrebbe dovuto giocare titolare. Entra quando è già finita)

Shomurodov 5,5: Inizia bene, finisce peggio. Ha provato in tutti i modi ad incidere nell’economia offensiva della squadra, ma ne esce una prova fin troppo “leggera”. (dal 61′ Abraham 7: Entra e dopo meno di 10 minuti, prima colpisce un palo e poi segna il gol del 3-0).

Mourinho 6,5: La Roma è dominante e padrona del campo e Mou azzecca la tattica. Darboe è letale, poi i cambi entrano nel modo giusto.

Tabellino di Zorya-Roma 0-3

ZORYA (4-3-3): Matsapura; Favorov (47′ st Snurnitsyn), Imerekov, Cvek, Khomchenovsky; Buletsa (23′ st Zahedi), Nazaryna, Kochergin; Kabaev (38′ st Lunov), Gromov (47′ st Owusu), Sayyadmanesh (24′ st Cristian). A disposizione: Zhylkin, Gladkyy, Alefirenko. Allenatore: Skrypnyk.

ROMA (4-2-3-1): Rui Patricio; Ibanez, Kumbulla, Smalling, Calafiori; Darboe (25′ st Diawara), Cristante; Carles Perez, Pellegrini (32′ st Villar), El Shaarawy (33′ st Borja Mayoral); Shomurodov. A disposizione: Fuzato, Reynolds, Mancini, Vina, Zaniolo, Bove, Zalewski, Mkhitaryan Abraham. Allenatore: Mourinho.

ARBITRO: Godinho (Por)

MARCATORI: 7′ pt El Shaarawy (R), 21′ st Smalling (R), 23′ st Abraham (R)

NOTE: Ammoniti: Kumbulla, Rui Patricio (R). Recupero: 1’pt, 4′ st. 

Highlights e Video Gol Zorya-Roma 0-3

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€