Video gol highlights Spezia-Cremonese 3-2: i subentrati ribaltano il match e regalano il secondo posto

Risultato Spezia-Cremonese 3-2, recupero 17° giornata: la vittoria e l’approdo dei liguri al secondo posto, in compagnia di Crotone e Frosinone a quota 37 punti, è merito soprattutto dei giocatori subentrati a gara in corso, ossia Bartolomei, Galabinov e Di Gaudio, che si rendono protagonisti della rimonta grazie alle loro giocate risolutive e, nel caso dell’esterno, del gol del sorpasso. Prima e dopo di lui vanno a segno anche Maggiore e Nzola. I lombardi, passati per primi con Claiton in evidente fuorigioco, riescono solo ad accorciare con Parigini e adesso sono sempre più lontani dalla salvezza diretta.

Cronaca Spezia-Cremonese 3-2, recupero 17° giornata

Come prevedibile sono i liguri a fare la partita sin dall’inizio e a creare le occasioni migliori già dal terzo minuto con una bella iniziativa di Maggiore, bravissimo a superare un avversario con una gran giocata e lievemente impreciso al momento di concludere una volta entrato in area.

Al 7° minuto Marchizza crossa dalla sinistra per Federico Ricci, ma la zuccata a botta sicura dell’esterno spezzino viene respinta da Ravaglia con un grande intervento.

I lombardi sono in apnea e i liguri cercano di ricavare più profitto possibile da questa situazione, ma la palla non vuole entrare: al 21° Bidaoui accelera sulla destra e si accentra, ma tarda il tiro e Ravaglia gli chiude lo specchio tempestivamente; sul prosieguo dell’azione il pallone finisce a Nzola, che da pochi passi centra in pieno la traversa.

Al 26° Marchizza esegue nuovamente un ottimo cross in area sul quale arriva stavolta Capradossi, sganciatosi dalle retrovie, ma il difensore manda clamorosamente a lato da posizione più che vantaggiosa.

Al 26° si vede finalmente la Cremonese con Ceravolo, il cui cross dalla destra viene pericolosamente deviato da Terzi, che sfiora l’autorete nel tentativo di allontanare il pallone e regala un corner agli avversari.

Sugli sviluppi di questo calcio d’angolo, l’unico della prima frazione, i grigiorossi trovano l’insperato vantaggio: Deli, in piena area, conclude di prima intenzione sul traversone dalla sinistra e la sua bordata, dopo essersi stampata sulla traversa e aver toccato il palo, arriva, infine, sulla testa di Claiton, apparentemente in offside, per il più comodo dei gol.

L’intensità della prima mezz’ora si spegne progressivamente per lasciare il posto ad un certo nervosismo (tre ammonizioni in dieci minuti) e non si vedono più occasioni fino al duplice fischio del signor Sacchi.

Lo Spezia mantiene lo stesso atteggiamento del primo parziale anche nella ripresa andando subito vicino al pareggio con Acampora, che manca di poco la porta con un tiro su invito di Ferrer, e soprattutto con Maggiore, che prova dal limite e, anche a causa della deviazione miracolosa di Ravaglia, colpisce un’altra traversa al 50°.

Al 56° la squadra ligure riesce a fare finalmente centro: tutto parte da una gran giocata di Nzola, che aggancia un lancio di Federico Ricci e, entrato in area, pur non riuscendo a tirare riesce a eludere l’uscita del portiere della Cremonese appoggiando all’indietro per Maggiore, che tira una sventola che finisce proprio sotto la traversa.

Trovato il pareggio, i ragazzi di mister Italiano si mettono subito a caccia del raddoppio e la svolta in tal senso è l’ingresso in campo di Galabinov.

Il bulgaro è immediatamente operativo e, dopo essersi visto negare il gol dall’ennesimo intervento importante di Ravaglia, riesce a mettere le basi per il sorpasso: approfittando di un errore di Gustafson, Galabinov parte verso l’area e prova un altro tiro incrociato che, respinto ancora dal numero 1 ospite, viene ribadito in rete dall’altro nuovo entrato Di Gaudio, che festeggia il suo primo gol in bianconero.

Al 76° Claiton evita il 3-1 con una grande chiusura su Di Gaudio praticamente davanti alla porta, ma al minuto 84 cala il sipario: da calcio d’angolo Bartolomei trova pronto alla deviazione di testa Nzola, che segna ancora confermandosi in un gran momento di forma (3 gol nelle ultime 4 partite).

La Cremonese prova una reazione d’orgoglio e tre minuti dopo il tris i difensori spezzini sbagliano ad allontanare il pallone e Parigini riesce a riaprire i conti con uno splendido siluro di destro e da fermo da dentro l’area. Tale reazione, seppur fruttifera, non porta tuttavia ad altro: dopo 5 nervosi minuti di recupero, la partita si conclude.

Migliori in campo Nzola (7.5), che sta attraversando un periodo di grande forma confermandosi anche stasera con un assist e un gol, e Ravaglia (6.5), che tiene in vita fino alla fine i suoi con alcuni grandi interventi.

Peggiori in campo Bidaoui (5), che sbaglia un gol che sembrava fatto e pian piano sparisce dal match, e Piccolo (5), non pervenuto.

Tabellino Spezia-Cremonese 3-2, recupero 17° giornata

Spezia (4-3-3): Scuffet; Ferrer, Terzi, Capradossi, Marchizza; Maggiore, M. Ricci, Acampora (69′ Bartolomei); F. Ricci (60′ Galabinov), Nzola, Bidaoui (69′ Di Gaudio). Allenatore: Italiano

Cremonese (4-3-2-1): Ravaglia; Crescenzi, Claiton, Bianchetti, Migliore; Arini, Gustafson, Deli (62′ Valzania); Piccolo (55′ Parigini), Celar; Ceravolo (68′ Ravanelli). Allenatore: Rastelli

Marcatori: 27′ Claiton, 56′ Maggiore, 72′ Di Gaudio, 84′ Nzola e 87′ Parigini

Arbitro: Sacchi

Ammoniti: M. Ricci, Capradossi, Deli, Piccolo, Gustafson e Ravanelli

Video gol highlights Spezia-Cremonese 3-2, recupero 17° giornata

Guarda sul sito Legab il video dei gol di Spezia Cremonese 3-2