Video gol highlights Ascoli-Juve Stabia 2-2: Provedel entra nella storia

Risultato Ascoli-Juve Stabia 2-2, 23° giornata Serie B: Ivan Provedel sale in area per colpire su piazzato e ci riesce, salvando i campani dalla sconfitta ed entrando nella storia per essere il primo portiere a segnare su azione in Serie B. Prima di lui ci erano riusciti Antonio Rigamonti negli anni ’70 e Pierluigi Brivio nel 2002, ma entrambi colpirono dal dischetto. Per quanto riguarda la partita, il pareggio finale è tutto sommato giusto e lascia le due squadre vicinissime alla zona playoff.

Cronaca Ascoli-Juve Stabia 2-2, 23° giornata Serie B

Nella prima frazione si vede pochino in termini di gioco e occasioni create e, come accade spesso, è un errore a modificare il risultato: al 10° Fazio sbaglia un disimpegno difensivo e lancia a rete Scamacca, che entra in area e fa secco Provedel con un piattone angolato.

Nei minuti seguenti l’Ascoli prova a legittimare il suo vantaggio, ma pur penetrando senza grossi problemi negli spazi offertigli da una difesa a dir poco disattenta non riesce mai a colpire con la dovuta cattiveria e così il risultato resta fermo sull’1-0 malgrado la discreta mole di gioco prodotta dai padroni di casa.

Gli stabiesi, invece, si fanno notare solo per i tanti buchi, i contropiedi falliti, e il nervosismo dei suoi uomini, tre dei quali finiscono sul taccuino dell’arbitro Pezzuto per varie infrazioni rischiando anche, nel caso di Allievi, il doppio giallo per una gomitata a Cavion clamorosamente trascurata dal direttore di gara. La prima frazione è tutta qui.

Il secondo parziale è di tutt’altro tenore e si parte subito forte con la prima chance per gli ospiti: sugli sviluppi di un calcio di punizione Leali esce a valanga atterrando Addae e Forte manca il bersaglio di testa; Addae, ex di stasera, aveva eseguito un notevolissimo stacco e Leali lo ha tirato giù, ma, pur apparendo un netto fallo da rigore, Pezzuto non ha indicato il dischetto.

Gli stabiesi attaccano ancora e al 50° Bifulco ha un buon pallone che Leali respinge con un intervento di media difficoltà; tre minuti dopo è l’Ascoli a rendersi pericoloso con Trotta, che prova da posizione complicata senza riuscire a beffare Provedel sul primo palo.

I campani insistono sempre di più e, dopo un tiro da fuori di Mallamo finito fuori non di molto, al 61° Bifulco viene steso in area da Ferigra, che si aggrappa letteralmente al trequartista giallonero facendogli perdere l’equilibrio. Dal dischetto si presenta il rigorista designato Forte, che spiazza Leali grazie ad un’esecuzione impeccabile.

Al 69° Vitiello insacca da due passi su azione da piazzato, ma è in offside e il vantaggio ospite non si concretizza.

Al 70° Provedel compie un miracolo su Trotta mettendo in angolo un suo colpo di testa e dalla bandierina la sfera arriva sulla testa di Petrucci che non inquadra la porta.

Tra il 72° e il 73° ci sono due grandi occasioni per Canotto, ma l’attaccante stabiese prima spara fuori da tentando il tiro a giro anziché la botta di collo e poi, lanciato da Forte, calcia addosso a Leali.

Arriviamo così alla svolta del match al minuto 82: i cambi effettuati dal nuovo tecnico bianconero Stellone funzionano e sono proprio i subentrati Brlek e Ninkovic a confezionare il gol del vantaggio, siglato dal serbo con un destro angolato dal limite dell’area al culmine di una bella fuga del croato sulla fascia destra.

Al minuto 88 Scamacca prova di testa e manca il tris che avrebbe chiuso i giochi e così la gara resta incerta fino al termine. I minuti di recupero assegnato sono 4 e a pochissimi secondi dal termine dell’ultimo di questi Andreoni strattona ingenuamente Di Mariano proprio sulla sua trequarti regalando un’ultima chance agli ospiti.

La punizione viene battuta da Calò, sul cui cross a rientrare si avventa prima di tutti Provedel, il portiere, bravissimo a staccare e ad ammutolire i tifosi di casa già pronti a festeggiare un successo che avrebbe riportato gli ascolani in zona playoff. Essendo già molto oltre il recupero concesso, Pezzuto fischia tre volte subito dopo il gol.

Migliori in campo Ninkovic (6.5), che rientra in campo dopo giorni e settimane molto pesanti e si riscatta con un bel gol, e ovviamente Provedel (8), che entra nella storia segnando di testa in un match nel quale si era già messo in mostra con un paio di parate importanti. Male Leali (5), che esce male in varie circostante, compresa quella del gol del collega, e male anche Fazio (4.5), corresponsabile assieme ad Allievi del primo gol avversario.

Tabellino Ascoli-Juve Stabia 2-2, 23° giornata Serie B

Ascoli (4-3-1-2): Leali; Andreoni, Ferigra, Gravillon, Sernicola; Cavion, Petrucci, Padoin (74′ Ninkovic); Morosini (81′ Brlek); Scamacca, Trotta (89′ Troiano). Allenatore: Stellone

Juve Stabia (4-3-1-2): Provedel; Vitiello, Fazio, Allievi, Germoni; Calò, Addae, Mallamo (89′ Di Mariano); Bifulco (82′ Izco); Forte, Canotto (77′ Rossi). Allenatore: Caserta

Arbitro: Pezzuto

Marcatori: 10′ Scamacca, 61′ rig. Forte, 82′ Ninkovic e 95′ Provedel

Ammoniti: Allievi, Fazio, Bifulco, Gravillon e Morosini

Video gol highlights Ascoli-Juve Stabia 2-2, 23° giornata Serie B

Guarda sul sito Legab il video dei gol di Ascoli Juve Stabia 2-2