Ufficiale: il Tribunale dichiara il fallimento del Vicenza

La squadra biancorossa continuerà però il Campionato di Serie C fino al termine della stagione. Il sindaco Variati: “Giornata triste“.

Il Tribunale di Vicenza ha dichiarato il fallimento del Vicenza Calcio disponendone però l’esercizio provvisorio, grazie al quale la squadra potrà continuare a giocare il Campionato di Serie C fino al termine della stagione. 

A darne l’annuncio il Presidente del Tribunale Alberto Rizzo, dopo l’udienza fallimentare: “Da oggi l’attività della società Vicenza Calcio proseguirà e il curatore avrà il potere di portare avanti la società, con l’obiettivo di tutelare i creditori, in primis i giocatori, ma anche di ottenere i risultati sportivi sul campo” – le parole di Rizzo.

Il commercialista Nerio De Bortoli, come da previsione, è stato nominato curatore fallimentare. Occupatosi già della procedura fallimentare del Venezia Calcio nel 2005, continuerà ancora, come ha spiegato lo stesso Rizzo, il rapporto con la società veneta. Sotto accusa non solo il mancato pagamento degli stipendi: al vaglio di magistrati e Guardia di Finanza anche i bilanci relativi al 2016 e 2017. Il sospetto è che alcune voci a bilancio – specialmente quelle relative ai diritti televisivi e al merchandising – siano state gonfiate.

Questa è una giornata davvero triste per la città e per tutti coloro che amano il Vicenza, ma ora almeno le cose sono chiare. Con la dichiarazione di fallimento si apre una nuova pagina non semplice che avrà bisogno della generosità di tanti per salvare non solo una società, non solo una squadra dalla storia centenaria, ma un pezzo dell’identità della nostra comunità“- il commento in una nota del sindaco della città di Vicenza Achille Variati a proposito della decisione del Tribunale che ha di fatto dichiarato il fallimento della società biancorossa.