Ufficiale: sospesa la Serie B fino al 3 aprile

Anche la Serie B, come tutti gli altri campionati, è stata sospesa fino al 3 aprile, Coronavirus permettendo. Quello che non è ancora chiaro è che cosa accadrà dopo: si riprenderà da dove ci si è fermati o ci si dà appuntamento alla prossima stagione annullando ogni risultato?

Per analizzare la situazione, proviamo a partire dalle dichiarazioni rese da Oreste Vigorito e Aldo Spinelli, patron di Benevento e Livorno. La prima e l’ultima classificata.

Spinelli ha apertamente dichiarato di sperare nell’annullamento della stagione, non solo per motivi di salute e sicurezza (“La prossima gara che giocheremo sarà con il Cittadella e anche la loro provincia è abbastanza colpita dall’epidemia: sarei propenso a non giocare, scendere in campo contro i veneti sarebbe un rischio per la salute dei miei giocatori“), ma anche perché ciò eviterebbe ai toscani una disastrosa retrocessione, ormai quasi certa stante la distanza dalla zona playout di ben 12 punti.

Vigorito, ovviamente, la pensa all’opposto e, pur affermando che la salute viene prima di tutto, sostiene che il suo Benevento non può non essere promosso. La Serie A è davvero ad un passo, mancano solo tre vittorie per festeggiare (non si sa se e quanto gioiosamente), e perderla così sarebbe un’ingiustizia tale da spingerlo a lasciare il club ad altri.

Proviamo a fare qualche ipotesi: in caso di sospensione del campionato, quale sarebbe la cosa migliore da fare? Congelare promozioni e retrocessioni in ogni categoria e ricominciare da zero oppure attenersi alle classifiche così come sono?

Ognuna delle due ipotesi è giusta e ingiusta allo stesso tempo e in più non va trascurato nemmeno che mancherebbe una partita al computo totale, quella tra Ascoli e Cremonese, rinviata all’inizio dell’emergenza Coronavirus.

Il Benevento va mandato in A o no? Sportivamente parlando lo meriterebbe eccome, ma ci sono anche altre due squadre da promuovere. Che si fa, si bloccano solo le retrocessioni creando mostri mitologici tipo una Serie A a 21 squadre e una Serie B gaucciana a 24? Campionati così finirebbero a Natale 2022, ammesso che esisterà il 2022.

A questo punto è molto più saggio, se si decidesse di sospendere tutto per sempre, affidarsi semplicemente alla classifica e decidere in base a quanto fatto fin qui. E dunque: Benevento, Crotone e Frosinone promosse. E le retrocesse? Lì non si può fare molto, vanno congelate per via della partita in meno di cui sopra.

Migliori Bookmakers AAMS

Sito scommesseCaratteristicheBonusVai al sito
Eurobet10€ Bonus Scommesse al DepositoBonus Scommesse fino a 215€ Vai al sito
SNAIBonus 15€ Gratis alla RegistrazioneBonus 100% fino a 300€ sul primo deposito Vai al sito
Starcasino ScommesseFino al 300% Bonus Multipla ScommesseBonus Fino a 1000€ Vai al sito