Ufficiale: quattro partite di Serie B a porte chiuse per il Coronavirus

Il Coronavirus continua a preoccupare e, non potendo più rinviare le partite per evitare affollamenti in calendario, si è giustamente optato per una soluzione forse mortificante, ma necessaria: gare senza tifosi.

Quattro partite della prossima giornata cadetta saranno dunque disputate a porte chiuse. Si tratta di: Cittadella-Cremonese, Chievo-Livorno, Entella-Crotone e Venezia-Cosenza.

Tre gare in Veneto e una in Liguria. All’inizio dell’emergenza era stata rinviata la sfida tra Ascoli e Cremonese essendo Cremona non lontana da Lodi, primo focolaio della malattia.

La decisione è stata presa nelle ultime ore dalle autorità competenti e dalla Lega B; all’inizio dell’emergenza era stato addirittura disposto il rinvio di queste gare, prima tra tutte quella tra Entella e Crotone in programma venerdì sera, ma alla fine si è optato per una soluzione a metà strada.

Certamente giocare a porte chiuse è una sconfitta, la fine dell’essenza di ogni sport, però era anche impossibile rinviare tutto a chissà quando, in particolare in massima serie. Ha prevalso una sorta di ragion di stato, qui molto etica se confrontata con esempi ben più pesanti del passato, che non va contro la regolarità dei campionati.

Volendo anche essere pessimisti, inoltre, dobbiamo anche pensare che questa emergenza potrebbe durare molto tempo e diffondersi dappertutto. Sospendere le nostre vite e magari saccheggiare supermercati non sarebbe un po’ una resa?

Meglio proseguire a vivere, usando cautela e rispetto, che chiuderci in casa per paura di quella che, in fondo, è un’influenza un po’ diversa dalla solita, ma pur sempre un’influenza che non danneggia chi sta bene. Meglio pensare a chi, invece, rischia di morire per un banale raffreddore perché già gravemente malato.

Chi scrive non è preoccupato per il Coronavirus. E’ preoccupato perché tra un po’ in Antartide si potrà andare in costume da bagno, perché questo inverno sembra più una primavera fuori stagione con tutti i rischi del caso.