Ufficiale: il Cosenza esonera Braglia. Pillon è il nuovo allenatore

Finisce dopo due anni e mezzo e 107 partite la storia tra il Cosenza e Piero Braglia. La sconfitta casalinga di ieri contro il Benevento, la quinta consecutiva, e il terzultimo posto attuale hanno portato alla drastica decisione di interrompere il rapporto.

L’era Braglia era iniziata nel settembre 2017 con l’approdo sulla panchina rossoblu al posto dell’esonerato Gaetano Fontana. La squadra era in C ed era partita male, ma il tecnico grossetano rimise le cose a posto conducendo la truppa ad una sorprendente promozione in B, attesa da 15 anni, tramite playoff.

L’anno scorso la stagione cadetta, molto difficoltosa all’inizio, si chiuse con un ottimo decimo posto, ma quest’anno sta andando diversamente. La decisione, sofferta, di esonerare Braglia è arrivata meno di 24 ore dopo l’ultimo match giocato.

Il successore, scelto da una lista di quattro alternative composta da Pierpaolo Bisoli, Alfredo Aglietti, Walter Zenga e Bepi Pillon, è l’allenatore trevigiano.

L’incontro mattutino a Lamezia Terme con i dirigenti cosentini per ascoltare il progetto si è concluso positivamente e Pillon ha firmato un contratto che durerà fino al termine della stagione. Non si sa ancora se siano presenti o meno clausole per un rinnovo automatico in caso di salvezza.

Oggi pomeriggio Pillon dirigerà il suo primo allenamento per poi essere presentato ufficialmente a partire dalle 17:45 nella sala stampa “Denis Bergamini” del “San Vito-Marulla“.