Ufficiale, FIGC: sospensione delle partite per razzismo dopo secondo richiamo

Il consiglio federale della FIGC si è riunito a Roma nella giornata di oggi, Mercoledì 30 Gennaio.

Diversi i temi trattati, primo di tutti l’ormai dilagante problema del razzismo negli stadi.

Problema per il quale la Federazione ha deciso di ridurre la tolleranza: i vertici della Federcalcio hanno deciso di ratificare il cambiamento dell’iter per l’interruzione temporanea delle gare, approvando la notifica che abbassa da 3 a 2 i richiami necessari. 

Nello specifico, al primo richiamo l’arbitro avrà il dovere di far radunare tutti i giocatori al centro del campo, mentre al secondo richiamo scatterà subito la sospensione temporanea del match.

Ovviamente, in merito ad eventuali decisioni di sospensioni definitive, la competenza rimane comunque esclusivamente del responsabile di pubblica sicurezza. 

Foto postata su “Twitter”

La Federcalcio italiana decide quindi di usare il pugno duro. Eppure ci son dei malcontenti: il ministro dell’interno Matteo Salvini, presente alla riunione, ha espresso il suo disappunto per questo provvedimento.

Il Ministro definisce ridicola questa variazione, parlando anche, ironicamente, di “Scala Richter dei buu…” . 

La lotta all’intollerabile fenomeno del razzismo non è comunque stato l’unico tema dell’incontro. 

Un’altra importante decisione è stata presa dal consiglio federale, che ha ratificato anche la nomina di Demetrio Albertini come nuovo responsabile del settore tecnico della Federazione. Un passaggio di consegne fra ex milanisti, dato che Albertini succede a Gianni Rivera.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato