Ufficiale, esonerato Giampaolo: Stefano Pioli nuovo tecnico del Milan

 

Milan, l’esonero di Marco Giampaolo è ormai realtà. Ufficiale, il nuovo tecnico dei rossoneri è Stefano Pioli

 

 

 Il cammino rossonero di Marco Giampaolo, iniziato il 17 Giugno 2019, termina quì dopo neanche 4 mesi. Si tratta di un esonero storico per la società rossonera poiché è il terzo allenatore della storia del Milan ad essere sollevato dall’incarico prima della sosta natalizia. A seguito di svariate trattative e molteplici dubbi, relativi al suo esonero, la notizia arriva solo oggi attraverso comunicato stampa. In serata è arrivata l’ufficialità sul nome del suo sostituto: Stefano Pioli.

Al fine di comprendere il motivo di questa decisione, assunta dai piani alti, è giusto riavvolgere il nastro e partire dall’inizio. I motivi della sfiducia nei confronti dell’ex allenatore della Sampdoria, da parte della dirigenza milanista, risiederebbero nella delusione per l’inizio stagionale di Giampaolo ed, in particolare, nelle discutibili scelte tecniche e nelle scarse prestazioni che gli sono costate una media – punti di 1.29 a partita, peggiore di qualsiasi altro allenatore della storia recente del Milan (quattro sconfitte in sette giornate di cui tre consecutive contro Inter, Torino e Fiorentina). 

L’ex allenatore del Milan si era fatto carico di un progetto che alla fine ha fatto fatica a nascere e che non ha convinto né Paolo Maldini né Zvonimir Boban. Questi ultimi non hanno nascosto il loro rammarico verso molte scelte di formazione bizzarre e interpreti sbagliati da parte dell’allenatore. Il cambio di modulo dal 4-3-1-2 al 4-3-3, dopo una sola giornata, è indice di una confusione tattica e, ancora, il fatto che diversi giocatori siano stati schierati fuori ruolo non ha contribuito a dare una identità forte alla squadra. 

Particolarmente discussa  l’ultima decisione attuata da Giampaolo in occasione dell’incontro contro il Genoa. L’ennesima scelta di formazione errata che ha visto una panchina immeritata per i due talenti rossoneri, Leao e Paquetà e che è costato un primo tempo particolarmente difficoltoso al Milan. Una scelta che si è rivelata sbagliata sin dal primo minuto e che ha concesso un iniziale vantaggio al Genoa. Sull’orlo del baratro, Giampaolo si è visto costretto a modificare ancora l’assetto: dentro i grandi esclusi e fuori Piatek e Calhanoglu. Sono bastati solo 15′ per ottenere una straordinaria rimonta ed una vittoria salvifica e fortunata grazie al rigore sbagliato da parte di Schone.

Tuttavia il successo in Genoa-Milan non è bastato ad accontentare la dirigenza rossonera, ed è cosi che Paolo Maldini e Zvonimir Boban hanno optato per un cambio di guida tecnica. Tra le prime scelte si era puntato su  un più esperto Luciano Spalletti, trattativa saltata a causa del nodo irrisolto con l’Inter. Il tecnico difatti non ha trovato un’intesa economica soddisfacente con i nerazzurri con i quali è legato contrattualmente per ancora due anni. Come riporta La Gazzetta dello sport  Spalletti avrebbe scelto di non rescindere il contratto con l’Inter a causa del mancato accordo sulla buonuscita [..] anche il Milan avrebbe scelto di non assecondare le esigenze economiche del tecnico, il quale aveva messo in preventivo un nuovo contratto sino al 2022 da 5,4 milioni netti a stagione. In pratica, Spalletti, avrebbe chiesto un anno di contratto in più. Operazione impegnativa.

 

Stefano Pioli
Stefano Pioli

 Saltata la trattativa Spalletti, Stefano Pioli era stato sin dalla giornata di domenica uno dei due candidati alla guida tecnica dei rossoneri. Quella del Milan è la 13esima panchina della sua carriera. Allenatore esperto e navigato ha riportato la Lazio in Champions League dopo otto anni e ha stimolato l’Inter con nove vittorie di fila. La sua ultima esperienza lo vede alla guida della Fiorentina con la quale centra l’ottavo posto alla prima stagione, ma nella seconda non riesce a ripetersi venendo così esonerato e lasciando la squadra sull’orlo della retrocessione. 

Dopo alcuni giorni di incontri e riflessioni, il tecnico emiliano è giunto da Parma a Milano ieri sera. L’ufficializzazione arriva solo questa mattina quando, il nuovo allenatore rossonero, ha firmato un contratto biennale con il Milan da 1,5 milioni a stagione. A comunicarlo è il sito web ufficiale della società rossonera che riporta: «AC Milan comunica di aver affidato la conduzione tecnica della Prima Squadra al Signor Stefano Pioli». 

Non ci resta che attendere la conferenza di presentazione prevista per le ore 13.