Trapani: la salvezza ora è possibile

Il Trapani può sorridere: l’obiettivo salvezza, che sembrava insperato, comincia ad assumere connotati di realtà.

L’inizio di campionato era stato quasi surreale per gli uomini di Serse Cosmi, capaci di pareggiare addirittura le prime 5 partite, alle quali seguirono ben 3 sconfitte consecutive.

Un brutto colpo per una squadra che nello scorso Giugno fu ad un passo da quella che sarebbe stata la prima promozione in Serie A nella storia del club, perdendo i play-off contro il Pescara di Massimo Oddo.

La prima vittoria per i siciliani arrivò solo alla 11^ giornata, un buon 1-0 casalingo contro una squadra debuttante in Serie B ma comunque temibile, il Benevento di Marco Baroni.  Seguì una serie di ben 10 gare consecutive senza vittorie-6 sconfitte e 4 pareggi.

Propizi son stati, almeno finora, sia l’arrivo del nuovo tecnico Alessandro Calori-che ha rimpiazzato Cosmi a partire dalla 18^ giornata- sia l’ingresso nel 2017.

I siciliani, infatti, hanno vinto entrambe le gare finora disputate  nel nuovo anno, le prime due partite del girone di ritorno del campionato cadetto, entrambe in rimonta e curiosamente sempre contro formazioni piemontesi: prima il 2-1 casalingo contro il Novara di Roberto Boscaglia, poi addirittura la prima vittoria esterna stagionale e la prima gara con 3 gol segnati in questo campionato per i trapanesi, 1-3 in casa della Pro Vercelli di Moreno Longo.

Particolarmente esaltante questa ultima prestazione dei siciliani, passati in svantaggio nei minuti di recupero della prima frazione di gioco con il gol di Andrea La Mantia, ma autori di un secondo tempo scoppiettante, con la rimonta firmata da Luca Pagliarulo, Antonino Barillà ed il gambiano Lamin Jallow.

Le possibilità di salvezza son quindi concrete. Dopo l’exploit di Vercelli, la zona play-out è a 5 punti ed 1 più in su c’è diciamo la safe zone, cioè la zona della salvezza diretta.

Certo, c’è ancora tanta strada da fare. La posizione è ancora proibitiva, ultimo posto a quota 19 punti, è la squadra che ha vinto di meno, solo 3 volte finora, quella che ha perso di più-10 volte alla pari di Avellino, Cittadella, Novara e Ternana- peggior difesa del torneo cadetto – 33 gol subiti.

I numeri, quindi, sono impietosi. Ma, come detto, il nuovo anno è iniziato bene, e lo spirito sembra quello giusto.

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato