Torino: Gasperini primo nome per sostituire Mihajlovic

L’indiscrezione arriva direttamente da la Stampa:”Il patron Cairo e il ds Petrachi, dopo il match di sabato sera, hanno avuto un lungo colloquio con l’allenatore dei bergamaschi, Gian Piero Gasperini.” Mihajlovic, nel frattempo, trema. Il rinnovo in automatico, per lui, scatta soltanto a fronte di un posizionamento europeo. 

Una notizia, questa qui fatta circolare dal giornale torinese, che fa tutt’altro che tranquillizzare Sinisa Mihajlovic e il suo Torino. I granata, infatti, dopo il buon inizio di campionato con 3 vittorie e 2 pareggi nelle prime 5, hanno subito un lungo stop, e nelle ultime 10 partite è arrivata soltanto una vittoria. Una squadra bloccata, sia nei singoli, che nel collettivo e i 4 pareggi nelle ultime 4 giocate non fanno che confermare questa statistica.Serie di problemi che possono portare, nel caso in cui non ci fosse una svolta definitiva, ad una sola conclusione: cambio in panchina. 

Il contratto di Mihajlovic, infatti, è in scadenza 2018, almeno che il Torino non riesca nell’impresa di agguantare l’Europa. Una condizione, quest’ultima, che porterebbe al rinnovo automatico. Ipotesi, però, poco presumibile, dato che la corsa per le prime 7 posizioni sembra essere più che agguerrita. Ecco che, allora, nasce da parte del presidente Cairo un interesse molto forte per Giampiero Gasperini. L’allenatore della Dea, da sempre apprezzato dal patron del Torino, ha però da poco firmato un contratto fino al 2020 con l’Atalanta. Fresco di rinnovo, difficilmente il tecnico sceglierà di cambiare destinazione. Ma nel calcio, si sa, nulla è impossibile, le motivazioni contano più di tutto. E nulla sembra essere più affascinante che la sfida di riportare in Europa una squadra storica del calcio italiano.

Si saprà di più nei prossimi mesi, intanto Mihajlovic per salvarsi può solo ricominciare a vincere. Il Torino dovrà cambiare rotta sin da subito.

 

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi