Tennis, Miami: straordinario Kokkinakis, sconfitto Federer, avanti Fognini, passano Zverev e Kyrgios

L’allineamento del tabellone maschile al terzo turno ha prodotto, nella parte alta del tabellone, una clamorosa sorpresa. Roger Federer è subito uscito di scena, all’esordio, per la prima volta a Miami dal lontano 1999, sconfitto in tre set dal giovane australiano Thanasi Kokkinakis.

Un risultato totalmente inaspettato se si pensa che Kokkinakis prima di questo torneo, aveva vinto solo incontro in stagione, e che Federer invece, malgrado le fatiche fisiche di Indian Wells, era reduce da due titoli vinti a Melbourne e Rotterdam e da una finale in California.

(Fonte: Twitter)

Il giovane australiano rimonta un set di svantaggio e si regala, al tie break del terzo set, la vittoria più prestigiosa di una carriera fin qui fortemente condizionata dagli infortuni.

Il numero 175 del mondo è il tennista con il ranking più basso a sconfiggere un numero uno del mondo dal 2003 proprio nel torneo di Miami e rifila la seconda sconfitta della stagione a Federer, ko nell’ultimo incontro giocato ad Indian Wells in finale contro del Potro.

Una tournée amara per lo svizzero che cede la prima posizione mondiale a Nadal ed annuncia, poco dopo la fine del match, la sua intenzione di non prendere parte alla stagione su terra rossa.

Federer tornerà allora, molto probabilmente nel torneo su erba di Halle, mentre Kokkinakis al terzo turno, domani se la vedrà con lo spagnolo, testa di serie numero 31, Fernando Verdasco che si è aggiudicato il derby contro Garcia Lopez.

(Fonte: Twitter)

Passa a fatica, al tie break del terzo, il numero quattro del seeding Alexander Zverev che diviene, con l’eliminazione di Federer, il primo favorito della parte alta del tabellone, accendendo al terzo turno dopo il successo sofferto contro Medvedev.

Buona prima per Fabio Fognini che difende, a Miami, la semifinale raggiunta lo scorso anno e che apre la sua corsa con il successo in due set sul giovane spagnolo Nicola Kuhn.

(Fonte: Twitter)

Al prossimo turno sfida di assoluto prestigio ed interesse contro il talentuoso australiano Nick Kyrgios, testa di serie numero 17 e vincitore nel suo esordio, sul campo centrale, contro il serbo Lajovic.

Bene anche Kevin Anderson e Jack Sock rispettivamente numero 6 e numero 8 del tabellone che accedono al terzo turno grazie ai successi in due set su Basilashvili e Bhambri.

(Fonte: Twitter)

Avanzano in gruppo anche i giovanissimi Frances Tiafoe, Borna Coric e Denis Shapovalov che vincono rispettivamente contro Edmund, Mayer e Dzhumur guadagnandosi così, un più che meritato posto al terzo turno del secondo Master 1000 della stagione.