Tennis, ATP Roma 2020: la conferma di Musetti, fuori Fognini e Sonego, ancora quattro gli azzurri in gara

Un giovedì più nero che bianco numericamente parlando, ma la vittoria di Lorenzo Musetti e la presenza di ancora quattro tennisti azzurri nel tabellone permettono di guardare con entusiasmo e positività al bilancio finale.

Il giovanissimo talento, classe 2002, ha bissato il successo all’esordio contro Stan Wawrinka con una nuova vittoria contro un ex top ten, il giapponese Kei Nishikori (6-3 6-4) per un successo che profuma tanto di conferma e di prova di maturità.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Sia chiaro, Musetti non poteva essere considerato il naturale favorito nella sfida ma l’impressione che “si potesse fare” c’era eccome visto che Nishikori, al momento lontano parente del numero quattro del mondo che è stato, è reduce da un lungo stop per infortunio-operazioni.

La vittoria di Musetti, però, non è stata offuscata nemmeno dal blackout che ha bloccato il gioco per qualche minuto nel momento clou del secondo set, anzi, con il suo tennis elegante ed efficace che è tornato a brillare ancora di più una volta tornate le luci sul Campo Centrale.

Adesso Musetti, il più giovane tennista negli ottavi di Roma dal 1991, da Fabrice Santoro, sfiderà per un incredibile quarto di finale il qualificato tedesco Dominik Koepfer (6-2 6-4), vincente a sorpresa contro uno spento Gael Monfils in quella che, inutile a dirsi, sarà per entrambi un’occasione incredibile.

Male, invece, gli altri due azzurri impegnati ieri, Fabio Fognini, numero sette del tabellone, visibilmente non ancora in condizione, reduce pure lui da operazioni chirurgiche e out contro il francese Ugo Humbert (7-5 7-6), e Lorenzo Sonego, intrappolato nella tela da terra rossa di Casper Ruud (6-3 6-4).

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Continua, invece, il buon momento di Denis Shapovalov che, dopo i primi quarti di finale slam a New York, vince anche sulla terra rossa, nettamente, in due set, contro lo spagnolo Pedro Martinez (6-4 6-4) pescando adesso proprio Humbert per un posto tra gli ultimi otto.

Escono di scena, invece, la testa di serie numero nove, il russo Andrey Rublev e la numero tredici, il canadese Milos Raonic, sconfitti, entrambi in tre set, e con score analoghi, rispettivamente dal polacco Hubert Hurkacz (7-6 3-6 6-2) e dal serbo Dusan Lajovic (7-6 4-6 6-2).

Infine, vittoria in due set per il semifinalista dell’ultima edizione, l’argentino Diego Schwartzman, quest’anno ottavo favorito del seeding, a segno in due set, con uno splendido tie break dominato per 7 punti a 1, contro l’australiano John Millman (6-4 7-6).

QUI, per il tabellone aggiornato degli Internazionali d’Italia 2020.

QUI, per l’ordine di gioco di oggi (in campo Berrettini e Travaglia nel derby tutto azzurro, oltre a Sinner e Musetti, rispettivamente contro Dimitrov e Koepfer).

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini