Tennis, ATP: ritorno al successo per Murray, Rublev profeta in patria, la prima di Shapovalov

Una nuova super intensa settimana di circuito ATP va in archivio con ben tre eventi, Anversa, Mosca e Stoccolma che hanno regalato storie, sorrisi ed emozioni diverse ma tutte davvero speciali.

A partire dal ritorno al successo dopo più di due anni per l’ex numero uno del mondo Andy Murray che aveva iniziato il 2019 in lacrime, ad un passo dal ritiro dal mondo del tennis e che, invece, in questa coda di 2019 ha ritrovato gioco e vittorie pronto a scalare di nuovo la classifica nel 2020 che verrà.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Il tennista scozzese ha sbaragliato la concorrenza nel torneo di Anversa al termine di una settimana ricca di sfide e di sofferenze ma nella quale, con la solita grinta che ha contraddistinto i momenti più vincenti della sua carriera, ha trovato uno dei suoi successi più dolci.

Costretto al terzo set in tutte le partite dai quarti in poi, pur senza brillare, Murray ha dimostrato una volta di più, se necessario, tutto il suo talento e la sua classe da numero uno anche ieri quando ha dovuto rimontare un set di svantaggio ad un altro campione del circuito, Stan Wawrinka.

Murray si è imposto dopo due ore e mezza di battaglia, rimontando un set di svantaggio e sventando alcune pericolose palle break nel nono gioco del secondo set prima di operare il break che ha cambiato volto al match nel game successivo trascinando la sfida al terzo e poi vincendo.

Per Murray, che con questo successo risalirà alla posizione numero 127 del ranking mondiale, si tratta del titolo numero 46 di una meravigliosa carriera che, solo qualche mese fa, sembrava appesa ad un filo e che, invece, oggi, alle porte del 2020 sembra pronta a regalargli nuovi incredibili e vincenti capitoli.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale Andrey Rublev)

Grandi emozioni anche a Mosca dove a trionfare, con una partita solida e perfetta nella quale ha ceduto appena quattro giochi, e tutti nel primo set, è stato il beniamino del pubblico di casa Andrey Rublev che, nella sua città, ha trovato il secondo titolo della carriera.

Dopo il successo di Umago di due stagioni fa, Rublev torna a sorridere dopo un lungo infortunio in un 2019 che l’ha rilanciato ad altissimi livelli e lo fa in casa propria, contro il francese Adrian Mannarino, suggellando anche il proprio best ranking, da questa settimana, di numero 22 del mondo.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Infine, dolcissimo successo anche a Stoccolma dove il giovane Denis Shapovalov, classe ’99 ma già da due anni sulla bocca di tutti nel circuito maggiore, ha ottenuto il primo successo della carriera alla prima finale disputata.

Il tennista canadese, dopo aver perso sette semifinali consecutive, quasi incapace di raggiungere il traguardo ultimo per giocarsi la vittoria finale, ha trovato questa prima gioia a Stoccolma dove, in due set, ha avuto la maglio sul serbo Filip Krajinovic pure lui alla ricerca del primo titolo della carriera. 

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini