Tennis, ATP Miami: Bautista Agut elimina Djokovic, bene Isner e Anderson, rimandato Federer

Una delle giornate più belle del torneo ATP Master 1000 di Miami, purtroppo, è stata condizionata nella sua parte centrale dalla pioggia che non ha permesso l’allineamento del tabellone ai quarti di finale.

Nella giornata in cui si dovevano disputare tutti gli incontri di ottavi di finale, tra partite equilibrate ed avvincenti, a fare rumore è la sconfitta del numero uno del mondo Novak Djokovic per mano di Roberto Bautista Agut.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Lo spagnolo, dopo un inizio ricco di errori, piuttosto contratto ed in evidente difficoltà, ha iniziato, approfittando anche di un leggero calo di Djokovic, a ritrovare la qualità del suo gioco dal secondo set in avanti.

Così, sfruttando una versione di Djokovic opaca come già intravisto nel precedente ATP Master 1000 di Indian Wells, e un’interruzione per pioggia nel cuore del secondo set, Bautista Agut ha organizzato con successo la sua rimonta riuscendo nell’impresa di battere il serbo per la seconda volta quest’anno, la terza della carriera, dopo Doha.

Nei quarti Bautista Agut se la vedrà contro il campione uscente del torneo della Florida, lo statunitense John Isner che, ormai da favorito in questa parte alta del tabellone, ha piegato con due tie break la resistenza del britannico Kyle Edmund.

Sempre nella parte alta del tabellone, spicca la vittoria del giovanissimo Felix Auger-Aliassime che, grazie al successo sul georgiano Nikoloz Basilashvili, è diventato il primo tennista nato nel nuovo millennio a spingersi così avanti in un ATP Master 1000.

Adesso, per lui, come ostacolo prima di un traguardo sempre più storico e prestigioso, ci sarà il croato Borna Coric, numero 11 del main draw, che ha rimontato un set di svantaggio vincendo in tre contro l’australiano Nick Kyrgios.

Nella parte bassa del tabellone, invece, fa rumore l’uscita di scena del numero 8 e semifinalista di Melbourne Stefanos Tsitsipas che ha ceduto in tre set, al tie break decisivo del terzo, al più giovane Denis Shapovalov in un incrocio tra NextGen, talenti del futuro ma già realtà del presente.

Nei quarti Shapovalov se la vedrà contro un altro giovane in ascesa, lo statunitense beniamino di casa Frances Tiafoe che ha piegato in due set piuttosto tirati il più esperto belga David Goffin.

Infine, successo per Kevin Anderson, numero 6 del tabellone, a segno in due set, con un duplice 7-5, contro l’australiano Jordan Thompson e prossimo avversario del vincente dell’atteso match tra Roger Federer e Daniil Medvedev, rimandato ad oggi per la pioggia e l’eccessivo ritardo nella programmazione. 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini