Serie B, si riparte con tanti dubbi e poche certezze

Il 20 o 23 giugno ritorna la Serie B. La riunione di ieri del Consiglio Direttivo ha stabilito questo, ma, a fronte di questa e poche altre certezze, permangono troppi dubbi.

Una delle poche sicurezze è rappresentata dall’assicurazione che tutti saranno sottoposti ai test e ai tamponi necessari, di cui la Lega B si farò carico per eventuali club in difficoltà.

Un’altra certezza è il format, che sarà rispettato. si giocheranno, perciò, tutte le partite restanti, dieci compreso il recupero tra Ascoli e Cremonese, più playoff e playout. Niente modifiche, quindi, poiché è necessaria una deroga della FIGC. La terza promossa e la quarta retrocessa arriveranno solo tramite gli spareggi; deroghe eventuali saranno concesse solo se la stagione dovesse nuovamente essere interrotta.

Molti i dubbi, invece. E non parliamo di format o regolamenti. Parliamo anzitutto di stipendi, che dovranno essere ulteriormente rivisti a causa delle mancate entrate e per i quali si dovrà ricorrere alla diplomazia e al compromesso. E poi i contratti, la cui scadenza dovrà essere estesa rispetto alla scadenza naturale del 30 giugno. Sarà la FIFA a stabilire come fare.

A tal proposito, sono da registrare alcuni addii: la Cremonese ha salutato Michael Agazzi, portiere titolare classe 1984, che ha annunciato di non voler andare in ritiro per paura del Covid e, risolto il contratto, si è ritirato.

Essendo Ravaglia reduce da un infortunio, ora i lombardi dovranno probabilmente far esordire il giovanissimo terzo portiere.

Il Livorno, invece, ne ha “persi” ben tre: Michel Morganella, Adrian Stoian e Viktor Agardius hanno risolto, per vari motivi, i proprio contratti con il club labronico.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus