Serie B, risultati 29° giornata: Crotone Frosinone e Pordenone fermati sul pari, Cittadella ok. Il Cosenza spera

Cosenza-Entella 2-1: vittoria fondamentale, soprattutto per il morale, da parte dei calabresi contro i liguri. Bruccini e Carretta realizzano le reti del successo, entrambe nel primo tempo nel giro di 5 minuti. Gli ospiti si svegliano troppo tardi e riesce solo a ridurre le distanze con poli al 93°. Il Cosenza scavalca il Trapani e va al terzultimo posto, a -5 dai playout, mentre l’Entella resta a metà classifica.

Crotone-Chievo 1-1: Nel finale di partita Ceter risponde a Molina impedendo ai rossoblu padroni di casa di allungare sul Frosinone e consolidare il secondo posto. I clivensi, comunque, non fanno granché con questo punto poiché rimangono ottavi.

Livorno-Cittadella 0-2: Iori su rigore e Proia sbloccano la partita nel secondo tempo e, oltre ad inguaiare sempre più i toscani, ormai condannati al declassamento, approfittano dei passi falsi di Crotone e Frosinone avvicinandosi alla seconda piazza, ora a soli quattro punti.

Pescara-Juve Stabia 3-1: dopo una prima frazione trascorsa a divorarsi gol su gol, gli abruzzesi aggiustano la mira nei secondi 45 minuti e ne fanno addirittura tre con Pucciarelli, Zappa e Crecco; ai campani non basta il gol di D’Elia nel finale. Questo successo proietta gli abruzzesi a metà classifica e restituisce loro qualche speranza di playoff.

Salernitana-Pisa 1-1: Djuric manda avanti i granata alla mezz’ora ma i nerazzurri fanno di più e il pareggio finale, fissato dal gol di Masucci ad inizio ripresa, appare più che meritato seppur abbastanza stretto. I campani non allungano, ma restano settimi, mentre i toscani resistono a metà classifica.

Trapani-Frosinone 0-0: i siciliani resistono stoicamente e alla fine i laziali vanno in bianco senza trarre benefici dallo stop del Crotone, rimasto a +2 dai ciociari. Il Trapani, tuttavia, non fa granché con questo punto poiché viene sorpassato dal Cosenza.

Pordenone-Venezia 0-0: dopo due giorni di polemiche per i tamponi in ritardo e per l’iniziale decisione dei lagunari di non giocare, alla fine le due compagini sono scese in campo e hanno disputato un match spigoloso nel quale i convenevoli non sono stati di casa. I friulani soffrono, restano in dieci ad inizio ripresa per l’espulsione di Pasa e rischiano anche di perdere, ma Aramu tira male il rigore concesso poco dopo l’ora di gioco esaltando Di Gregorio. alla fine il pari sta persino stretto ai veneti, che non riescono ad uscire dalla zona playout. Il Pordenone, dal canto suo, manca l’aggancio al terzo posto.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus