Serie B, chi sale e chi scende. Niente ricorsi e “pieni poteri” alla FIGC

Da tempo, a partire da quel folle pomeriggio del Papeete, si parla di pieni poteri, giustamente con molto timore. Il concetto è tornato in auge oggi per via del Decreto Rilancio varato dal Governo nella serata di ieri.

La parte inerente al calcio, ossia l’articolo 211 quater, è a dir poco innovativa: infatti, in caso venissero nuovamente stoppati i campionati, le classifiche sarebbero definitivamente cristallizzate e le squadre non potranno invadere i tribunali con gli inevitabili ricorsi. Inoltre, la FIGC assumerebbe poteri sostanzialmente totali sui campionati. Vediamo come.

In considerazione dell’eccezionale situazione determinatasi le federazioni sportive possono adottare, anche in deroga alle vigenti disposizioni dell’ordinamento sportivo, provvedimenti relativi all’annullamento, alla prosecuzione e alla conclusione delle competizioni e dei campionati, ivi compresa la definizione delle classifiche finali, per la stagione sportiva 2019-2020 nonché i conseguenti provvedimenti relativi all’organizzazione, alla composizione e alle modalità di svolgimento delle competizioni e dei campionati per la successiva stagione sportiva 2020-2021“.

Tutto questo servirà a dichiarare conclusi i campionati in corso qualora non possano riprendere ed evitare ricorsi da parte di chi si sentirà danneggiato. Non è il massimo dell’etica, forse, ma sempre meglio questo che vedere i tribunali intasati.

Andando in B, ecco cosa succederebbe: le prime due, il super Benevento e il Crotone, salirebbero accompagnate dal Frosinone, terza classificata che verrebbe promossa d’ufficio senza playoff. Sarebbe, dunque, vano il ricorso del Pordenone, che vuole i playoff. A bocca asciutta anche Spezia, Cittadella, Salernitana e Chievo, anche loro attualmente in zona spareggio.

Per quanto riguarda le retrocessioni, a finire in Serie C sarebbero ovviamente le ultime tre LivornoCosenza e Trapani, mentre la quarta declassata sarebbe la Cremonese: attualmente quartultima, la squadra lombarda e l’altro pericolante Ascoli hanno una partita in meno del Venezia, e così si deve ricorrere alla media numerica che punisce proprio i grigiorossi salvando i lagunari.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus