Serie A1 volley femminile: Conegliano prosegue la sua corsa

L’Imoco Volley Conegliano è umana: lo ha dimostrato nel corso del primo set contro il Bisonte Firenze, che nell’anticipo di questo turno infrasettimanale, l’ottavo per ciò che concerne la Serie A1 di volley femminile, fa sudare non poco le ultime campionesse d’Italia, costringendole al quarto set.

Santarelli sceglie alcune seconde linee cambiando completamente la diagonale opposto-palleggiatore con Gennari e Gicquel schierate dall’inizio. Le scelte del tecnico sembrano però inizialmente non pagare.

Dopo una prima fase contraddistinta dal cambio palla Firenze si conquista un break sul 10-6 grazie a un ace di Guerra.

Le “pantere” di Conegliano scontano qualche errore di troppo, tanto in battuta, quanto in finalizzazione con una Hill particolarmente sottotono che soffre sia in fase offensiva ma, soprattutto, in ricezione sulle bordate delle varie Guerra e Van Gestel.

Anche la transalpina Gicquel non riesce ad ingranare a dovere e, solo nel corso del primo parziale, commette tre errori, sbagliando una volta in battuta e attaccando due volte fuori.

Il Bisonte, dal canto suo, riesce ad esprimere un ottimo livello di gioco, mandando i suoi terminali offensivi a segno con una certa regolarità. La squadra di Mencarelli incide soprattutto nel fondamentale della batttuta (due gli ace), costringendo Conegliano ad errori che non consentono a Gennari di giocare palloni puliti o mandano la sfera spesso al di là della rete, in piena disponibilità dei centrali sottorete.

Sul 14-8, siglato da una parallela di Van Gestel, Santarelli chiama timeout e poi inserisce l’artiglieria pesante: Wolosz, Egonu e Sylla prendono posto sul taraflex per provare a sovvertire le sorti dell’incontro.

Ciononostante Firenze continua a spingere e su un altro mani out di Guerra (16-9) costringe Santarelli ad un nuovo timeout.

L’Imoco fa fatica a carburare, e anche la neoentrata Egonu attacca un pallone fuori per il 20-12 Firenze. Bisonte che si guadagna il set point con Van Gestel, brava a martellare su Sylla e, dopo aver subito un tentativo di reazione da parte delle venete (24-19), chiude ancora i conti grazie alla sua schiacciatrice.

Il secondo set inizia ancora nel segno dell’equilibrio, ma una palla di Gicquel fermata dal nastro vale il 3-2 per Firenze. Già nelle fasi iniziali del secondo parziale sale in cattedra Sylla, che con un attacco in diagonale e un muro porta le sue sul 5-3.

Terry approfitta ancora della ricezione abbondante di Hill per pareggiare sull’8-8 er da quel momento comincia una serie di punto a punto interrotta solo da un nuovo muro di Sara Alberti, che porta il set sul 17-15 per le padrone di casa.

Conegliano riesce però a non farsi sorprendere e dopo aver preso due punti di vantaggio (16-18) grazie ad un errore in battuta di Guerra, li mantiene sino al 21-23, firmato da una “pipe” di Egonu.

Firenze reagisce repentinamente e, prima con l’ace di Alberti, poi con un contrasto di Terry a muro, si porta sul 24-23.

La squadra di Mencarelli non sa però approfittare del momento favorevole e si fa sfuggire il set per colpa di una super Egonu che firma gli ultimi tre punti della sua squadra (26-24), chiudendo con una gran diagonale.

Dal terzo set in poi, la differenza tra le due squadre viene ripristinata, con Conegliano che alza il ritmo del suo gioco e Firenze che, all’opposto, cala.

Una grande Sylla porta le compagne sul 3-7 grazie a due splendidi colpi, uno in diagonale l’altyro in parallela. Fahr, con un ace, incrementa il vantaggio all’8-13, mentre Firenze continua ad affidarsi a un’Anastasia Guerra sempre più fuori dal vivo del match.

Con Sylla che continua a martellare senza sosta, suo il 12-17 in diagonale, ci prova Belien a riportare le sue sotto, con un doppio ace che vale il 15-17.

Tentativo di rimonta stroncato da Egonu che, dopo aver siglato due punti nel finale di set, lo chiude sul 19-25 grazie a una poderosa “pipe”.

Nel quarto set Firenze prova a rimanere in scia delle avversarie ma, complice una percentuale più elevata di errori, tanto in battuta (Alberti e Belien), che di gioco, attacchi out di Van Gestel e una fast messa fuori dalla stessa Alberti, deve soccombere definitivamente alle “Pantere”. A chiudere il match sul 17-25 ci pensa Paola Egonu con un grande attacco dalla seconda linea.

La squadra di Santarelli si impone dunque 3-1 (19-25; 26-24; 25-19; 25-17) e, nonostante una formazione rimaneggiata e qualche attimo di sofferenza, si porta a casa altri tre punti, scavando un solco di sei lunghezze dalle avversarie impegnate stasera nel resto dell’ottavo turno.

Gli altri risultati di giornata

Negli altri due match di giornata si segnala la vittoria di Novara che inguaia Casalmaggiore con un netto 3-0.

Vince invece al tie-break, soffrendo piú del previsto, la Saugella Monza contro una Zanetti Bergamo in netta ripresa.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus