Serie A, Fiorentina-Roma 1-2: le dichiarazioni di Garcia

Rudi Garcia

L’allenatore giallorosso Rudi Garcia ha analizzato ai microfoni di Sky Sport la partita vinta dalla sua Roma contro la Fiorentina: “Eravamo venuti qui per prenderci il primo posto, con un atteggiamento giusto. Ho visto una Roma a due volti, che pressa alto quando vuole segnare e si abbassa quando vuole difendere. Abbiamo fatto bene sul piano difensivo, abbiamo concesso poco, Szczesny ha fatto le cose che doveva fare, tatticamente e mentalmente i ragazzi sono stati fantastici”.
La differenza con le gare europee?
“Oggi non siamo mai andati in sofferenza, serviva che i due esterni si sacrificassero in difesa, eppure hanno avuto la possibilità di colpire anche loro”.
È una vittoria dell’allenatore?
“Dopo Empoli avevo detto che avevamo preparato bene la gara e lo posso dire anche oggi. La Fiorentina ha una bella identità di gioco, noi potevamo colpire sia in contropiede che con un’azione manovrata. Questa squadra sa che può fare tutto con umiltà, serviva questa stasera”.
Vainquer?
“L’ho fatto giocare più alto, facendolo giocate più alto visto che non c’è Keita, ha capito bene quello che mi aspettavo di lui ed è stato prezioso. Ha lottato tanto, non è ancora al 100% ma questa gara gli servirà per le prossime”.
De Rossi?
“Ha avuto un problema. gli darò un turno di riposo mercoledì”.
Salah?
“Non ha esultato per rispetto, ha capito che doveva rispondere in campo ai fischi. Ho parlato con lui per sapere se era tranquillo e lo era, per questo il rosso è una grande sorpresa. Non parla italiano, quindi non ha potuto dire nulla all’arbitro. Credo Orsato sia stato severo, anche se ha fatto un’ottima partita”.
La favorita per lo Scudetto?
“Sicuramente non è la Roma, fino a poco tempo fa eravamo scarsi. Adesso non siamo favoriti solo perché siamo primi, andiamo avanti per la nostra strada. Non ho bisogno di tenere i piedi per terra. Abbiamo bisogno dei nostri tifosi all’Olimpico, non possiamo farcela senza di loro”.

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia