Emergenza Coronavirus: cosa succede ai giocatori in prestito e in scadenza di contratto se la Serie A finisce dopo il 30 giugno?

La Serie A è in una fase di stallo, l’emergenza coronavirus sta scombussolando tutti i piani. Non si sa quando debba effettivamente riprendere il torneo, così come la sua conclusione.

Logo ufficiale della Serie A
Logo ufficiale della Serie A. Fonte: Facebook

Certo se il termine del torneo dovesse prolungarsi oltre il 30 giugno, come sembra evidente a tutti, emergerebbero dei problemi non da poco. Uno di questi riguarda il contratto in essere dei giocatori, tutti a scadenza per la fine di giugno.

Vi sono calciatori con il contratto in scadenza, tra cui Ibrahimovic, Callejon e Bonaventura. Altri con un prestito secco, come Sanchez, Nainggolan Mkhitaryan. Infine altri ancora con un diritto di riscatto come Icardi, Sensi e Smalling che se non dovesse essere esercitato porterebbero inevitabilmente all’annullamento dello stesso.

La Lega di Serie A quindi, non vuole farsi trovare in difetto, ma starebbe pensando ad una loro riscrittura per evitare le vie lagali.

Anzi in prima fase starebbe pensando di prolungare gli stessi contratti in via straordinaria. Una soluzione che comunque non riguarda solo la nostra nazione, ma che coinvolge il calcio a livello europeo!

Bisogna comunque aspettare martedì prossimo quando ci sarà un incontro con le varie federazioni e l’UEFA. Le soluzioni sul piatto non sono ancora conosciute, ma costituiscono un precedente a livello calcistico mondiale!

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega