Serie A, 23^ giornata: il bello della provincia, Fiorentina e Niang new edition

M'Baye Niang
M’Baye Niang

Il ballo ed il bello della provincia

S’inizia sabato sera dove il Palermo, lo scorso anno in B, batte il Napoli. Si finisce domenica sera dove il Cesena, anch’esso lo scorso anno in B, ferma la Juventus. Signore e signori eco a voi il ballo ed il bello della provincia: un carnet che continua tra il pomeriggio ed il tramonto di domenica, quando a Roma, Gervinho e soci, sono fermati da un indomito Parma, che magari scomparirà pure, ma prima di morire, vuole farlo con onore ed imbriglia la Roma, che non ne pareggiava cinque di fila in casa dalla stagione 1980-81, quella del gol di Turone.

Fragorosa gioia provinciale anche a Verona, dove, al Bentegodi, il Chievo di Maran mette al tappeto la Samp, una Samp contraddittoria e che paradossalmente, da quando ha fatto incetta di campioni e campioncini, sembra aver perso per strada il piglio ed il passo che l’avevano portata in zona Champions. Ah non dimentichiamoci del bellissimo Empoli che rende bruttissimo il Milan e spaventa San Siro con un puntuale big Mac, che servito all’ora di pranzo, è il massimo, come il suo nome. Destro non basta per ritrovarsi ancora in sinistri finali di partite.

Insomma, la provincia, sembra essersi messa d’accordo per fare sgambetti alle cosiddette grandi, che fin quando non prenderanno in prestito un abito da provinciale, non andranno da nessuna parte.

Fiorentina al cubo anche senza Cuadrado

Tutti giù a dire, quando il talento colombiano si era accasato da Mourinho, che la viola aveva perso gran parte delle proprie mire europeistiche, che senza Cuadrado intorno al Franchi si sarebbe presto scatenata una tempesta di tristezza, invece via il colombiano e le sue simpatiche treccine, ed ecco una freschezza mai vista, un gruzzolo di punti consecutivi quasi mai provato in casa gigliata.

Anche perché via Cuadrado ecco Salah, un bel tipetto che apre le marcature a Sassuolo con un golletto da uno che la sa, anzi la Salah lunga… Che dire poi di Babacar, quello che faceva a Modena, il gol, mica se lo è dimenticato improvvisamente, e ne tira fuori di belli e decisivi anche a Firenze. Non è detto che i campioni fanno sempre la differenza, anzi spesso al differenza le squadre la fanno, quando i campioni se ne vanno o non ci sono più. Vedere il Parma senza Cassano e la Samp con Eto’o, per credere.

Niang new edition

Al Milan, dove c’è sempre una gran fretta, non ebbero modo di farlo esprimere bene e con calma, il Genoa lo ha accasato quando Pinilla si è accasato all’Atalanta. Niang in un pomeriggio, forse per celebrare la vittoria sanremese del Volo, mette le ali e confeziona gol ed una prestazione che ai tifosi del grifone ha ricordato le antiche melodie di un certo Aguilera. Il Genoa aveva rallentato e non stupiva più? Niang per sogno… ed il Verona è impallinato di gol.

Luca Savarese © Stadio Sport

Migliori Bookmakers AAMS

Sito scommesseCaratteristicheBonusVai al sito
Eurobet10€ Bonus Scommesse al DepositoBonus Scommesse fino a 215€ Vai al sito
SNAIBonus 15€ Gratis alla RegistrazioneBonus 100% fino a 300€ sul primo deposito Vai al sito
Starcasino ScommesseFino al 300% Bonus Multipla ScommesseBonus Fino a 1000€ Vai al sito