Coppa Italia, semifinale di ritorno: Juventus-Milan 0-0: i bianconeri vanno in finale

Sommario
  1. TABELLINO

Al termine di una sfida dai due volti, i piemontesi si guadagnano la finale del 17 giugno contro una tra Napoli e Inter. Partita combattuta, forse troppo, con i bianconeri che dominano per tutto il primo tempo e sbagliano anche un penalty con Ronaldo. Più equilibrio nella ripresa, qualche sporadica chance, ma poco altro.

Dopo nemmeno un minuto la Juventus sfiora immediatamente il gol: Alex Sandro fugge sulla sinistra scappando a Bonaventura e, rallentata la corsa, serve all’indietro Douglas Costa per un sinistro incrociato da posizione ottimale che termina fuori.

Per tutta la parte iniziale i bianconeri dominano, in mezzo al campo e sulle fasce, ma errori di passaggio e una certa aggressività degli ospiti impediscono alla squadra di Sarri di creare pericoli veri.

Poco dopo il quarto d’ora un’azione da corner porta ai bianconeri un rigore: Conti e Ronaldo toccano il pallone uno di gomito e l’altro di mano con il gomito prima, ma, come dimostrato dal VAR, è il rossonero a toccare per primo: dal dischetto c’è Ronaldo, che angola troppo e coglie il palo graziando Donnarumma.

Subito dopo Rebic abbatte Danilo a centrocampo con un calcione a livello petto. Orsato estrae giustamente il rosso lasciando il Milan in dieci.

La rimanente mezz’ora è priva di occasioni, a parte una per Matuidi che non riesce ad angolare la sfera in spaccata su cross dalla destra; il Milan si vede poco, prova a fare qualcosa soprattutto in ripartenza e conclude solo una volta con Conti, che manda altissimo un cross di Calabria. Dopo tre minuti di recupero il primo tempo va in archivio.

Ad inizio secondo tempo il Milan crea improvvisamente una chance: Bonaventura va via sulla destra e mette in mezzo un bel cross che Calhanoglu mette fuori di pochissimo in avvitamento.

Pochi minuti dopo Dybala prova il gol spettacolare, ma il suo tiro a giro dalla destra termina a lato. Da questo momento la partita diviene tattica e il ritmo viene spezzato dalla girandola di cambi, che ammonteranno ben 5 per parte per tutto il periodo post-pandemico.

I rossoneri provano con Kjaer, che manca la porta di testa su azione d’angolo, mentre Dybala scalda le mani di Donnarumma da fuori area.

Per tutta l’ultima mezz’ora accade poco o nulla. Le squadre si mantengono strette e i contropiedi diminuiscono a vista d’occhio. Succede pochissimo, al 95° Cuadrado prova di prima intenzione da fuori area trovando ancora i guantoni di Donnarumma, e dopo oltre 4 minuti di recupero la sfida finisce.

TABELLINO

Juventus (4-3-3): Buffon; Danilo (85′ Cuadrado), De Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic (62′ Khedira), Matuidi (62′ Rabiot); Douglas Costa (62′ Bernardeschi), Dybala, Cristiano Ronaldo. Allenatore: Sarri

Milan (4-2-3-1): Donnarumma; Conti (88′ Saelemaekers), Kjaer, Romagnoli, Calabria (88′ Laxalt); Kessiè (82′ Krunic), Bennacer; Bonaventura (52′ Leao), Paquetà (82′ Colombo), Calhanoglu; Rebic. Allenatore: Pioli

Arbitro: Orsato

Ammoniti: Conti, Pjanic, Khedira,

Espulsi: 17° Rebic

Note: al 16° Ronaldo colpisce il palo su rigore