SBK Gara-1 GP Aragon 2017: Davies cade, Rea ringrazia!

Sono state completate appena 5 manche di questo Mondiale 2017 della Superbike. Eppure, il campionato ha già un padrone assoluto. Parliamo chiaramente di Jonathan Rea, che si è aggiudicato anche Gara-1 dell’appuntamento sul circuito spagnolo di Aragon, quinta vittoria in altrettante manche, grazie alla quale si porta a 125 punti in classifica, a punteggio pieno. Gli fanno compagnia sul podio Marco Melandri e Tom Sykes, adesso primo inseguitore del nordirlandese con 78 punti. E Davies? Che peccato per l’inglese della Ducati, in vetta quasi fino alla fine, capace di ribattere agli assalti di Rea, ma caduto alla fine del terzultimo giro alla staccata dell’ultima curva.

SBK 2017: il podio di Gara-1 del GP d’Aragona (foto da: worldsbk.com)

Passando agli altri, buona gara per le due Yamaha, con Lowes e van der Mark rispettivamente 4° e 5° ad una manciata di secondi dal podio. Più staccato lo spagnolo Torres (BMW), seguito da Mercado, la cui Aprilia del team IODA Racing è risultata la migliore RSV4-RF al traguardo, davanti a quella ufficiale di Laverty, il quale ha battuto nella volata per l’8° posto le due Honda di Bradl e Hayden. Subito fuori dalla top-10 Camier (MV Agusta), davanti a Reiterberger (BMW), Simon (Aprilia), Krummenacher (Kawasaki) e De Angelis (Kawasaki), che completa la zona punti. In 16° e ultima posizione conclude Russo (Yamaha). Oltre a Davies, out anche Badovini, Ramos e Forés, il quale ha rimediato delle ustioni a causa di un incendio sviluppatosi sulla sua Ducati.

SBK GP ARAGON 2017 GARA-1: La caduta di Davies

https://youtu.be/f77yA1ZT7DE

 

SBK GP ARAGON 2017 GARA-1

Al via, Davies e Rea mantengono le posizioni, seguiti da Melandri e Sykes; subito out Badovini, a causa di un problema tecnico. Nel corso del primo passaggio, Rea passa il pilota Ducati, lesto comunque a riprendersi la vetta con un sorpasso all’ultima staccata. Un giro dopo, Sykes scavalca Macho, provando a chiudere sui primi due, che cominciano già a fare la differenza sugli altri. Altri due giri e Melandri restituisce il favore al pilota Kawasaki, cominciando subito a staccarlo, nel tentativo di riportarsi sul duo di testa. Alle spalle dei Fab4, spicca l’ottimo Forés, 5°.

Nel corso del 6° passaggio, però, Forés cade in curva 1, ripartendo ultimo; in contemporanea si ritira anche il connazionale Ramos. Davanti Davies prova a fare la differenza, ma Rea gli resta attaccato, per poi superarlo ; è l’incipit di un bellissimo duello a cavallo dei giri 8 e 9, dove i due si superano a vicenda varie volte, con il ducatista che la spunta. Bella rimonta, intanto, di Lowes, da 12° a 6° con la Yamaha. I primi due fanno gara a sè, con Melandri che, staccato di un paio di secondi, proprio non riesce a tornar su.

Davies da il 110% per tener dietro Rea, chiudendogli ogni spazio con una difesa strenua. Più indietro, Lowes ha la meglio nel duello tutto Yamaha con van der Mark (giro 14). Nello stesso momento, la Ducati del Team BARNI Racing di Forés comincia a prendere fuoco in corrispondenza del lunghissimo rettilineo di ritorno; lo spagnolo si dirige nella via di fuga e, quando le fiamme divampano violente, quasi avvolgendolo, è costretto a scappar via (clicca qui). Tornato ai box, Forés viene trasportato al centro medico del circuito, dove gli vengono rilevate delle ustioni non gravi al collo.

In pista, intanto continua il duello per la vittoria. Rea prova a rompere gli indugi, ma Davies non demorde. Questo fino al giro 16, quando il pilota Ducati perde il posteriore arrivando all’ultima curva, finendo sull’asfalto e dando via libera a Rea, che s’invola verso l’ennesima vittoria, la 43.esima nel Mondiale SBK. Ovvio il disappunto di Davies. Sotto la bandiera scacchi, alle spalle di Rea, giungono Melandri e Sykes, seguito a poca distanza dalle Yamaha di Lowes e van der Mark.

SBK Aragon 2017: l’ordine d’arrivo di Gara-1 (foto da: resources.worldsbk.com)

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo