Pronostico Verona-Milan, 07-03-2021, 26^ giornata Serie A

Il Verona di Ivan Juric ospita al “Bentegodi” il Milan di Stefano Pioli in un match che promette scintille.

Sfida di Domenica 07-03-2021, ore 15, valevole per la 26^ giornata – 7^ di ritorno – della Serie A.

Gli scaligeri per inseguire un piazzamento europeo che, a questo punto, non è più utopia.

I rossoneri per provare a non perdere terreno rispetto alla vetta della classifica, in cui i cugini nerazzurri provano a scappare.

Bonus Benvenuto Scommesse 15€ e fino a 200€ al deposito

Bonus Benvenuto Eurobet Scommesse
Eurobet Scommesse Bonus Benvenuto –*Si applicano Termini e Condizioni – 18+

Registrati su Eurobet, deposita e scommetti: ricevi subito al deposito 15€ per le scommesse sportive più un Bonus di Benvenuto del 50% dell’importo versato fino a un massimo di 200€!

Pronostico e migliori quote Verona Milan:

Pronostico da formulare con un certo ragionamento.

Gli scaligeri sono in forma smagliante e il colpaccio in casa del Benevento lo dimostra ampiamente.

Per non parlare della grandissima partita giocata contro la Juventus, terminata in parità ma che gli scaligeri avrebbero anche potuto vincere, come lo scorso anno.

Rossoneri che dal canto loro sono presi da una serie di problemi di formazione, con un Ibrahimovic non ancora al meglio, Calhanoglu non ancora recuperato, ancora emergenza in attacco con il giovane e inesperto Brahim Diaz chiamato probabilmente dal primo minuto.

Con tutto ciò la banda di Pioli è reduce da un faticosissimo pari contro l’Udinese, e deve anche dosare le forze in vista del gravoso impegno contro il Manchester United nell’andata degli ottavi di Europa League.

Al di là di tutto, la differenza dei valori in campo, in generale, naturalmente premia i rossoneri.

Eurobet quota il segno 1 a 3.55 e il 2 a 2.15.

Allo stato attuale, sicuramente il Verona lotterà e i rossoneri potrebbero soffrire.

Un gol a testa è quantomeno plausibile, GG a quota 1.65.

Possiamo aspettarci un match accorto su entrambi i fronti, Un2.5 a 1.87.

Probabili formazioni Verona-Milan.

Verona (3-4-2-1): Silvestri; Gunter, Ceccherini, Dimarco; Faraoni, Veloso, Tameze, Lazovic; Barak, Zaccagni; Lasagna. All. Juric

Milan (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Hernandez; Kessie, Tonali; Saelemaekers, Diaz, Rebic; Leao. All. Pioli

Precedenti e statistiche Verona-Milan.

Sono 31 i precedenti al Bentegodi in Serie A, addirittura leggero vantaggio scaligero, 12 vittorie contro le 11 milaniste e 8 pari.

L’ultimo precedente risale al 15 Settembre 2019, rossoneri allora guidati da Marco Giampaolo vincenti 0-1, con gol partita di Krzysztof Piatek su rigore al 68′.

Successo di misura e sofferto che interruppe un digiuno di vittorie del Milan in casa Hellas che durava da 5 anni.

Risalente a 2 stagioni prima l’ultimo successo scaligero, il 17 Dicembre 2017, netto 3-0 del Verona di Fabio Pecchia sul Milan di Rino Gattuso, in gol Antonio Aldo Caracciolo, l’ex Juve Moise Kean e Daniel Bessa.

Bentegodi indigesto per retaggio storico ai rossoneri, con ben 2 scudetti persi nel corso della storia grazie a passi falsi in casa dell’Hellas.

La prima volta il 20 Maggio 1973, ultima giornata di campionato, con il Milan, allora capolista che, reduce dallo stancante viaggio da Salonicco, dove aveva vinto la seconda e ultima Coppa delle Coppe della sua storia, battendo in Finale il Leeds con gol di Luciano Chiarugi, andò incontro ad un pesante KO.

Netto 5-3 per gli scaligeri, che infranse i sogni scudetto per contemporanee sconfitta della Lazio in casa Napoli – gol di Oscar Damiani – e vittoria della Juve all’Olimpico contro la Roma, gol di Cuccureddu che regalò ai bianconeri il 15° scudetto.

Il termine “Fatal Verona” fu coniato proprio in quell’occasione.

E si ripropose quasi 17 anni dopo.

Il 22 Aprile 1990 era la penultima giornata, e il primo Milan di Sacchi si presentava al Bentegodi ancora una volta da capolista, un punto di vantaggio sul Napoli di Maradona, che era di scena a Bologna.

Verona che dal canto suo era in situazione disperata, quasi in Serie B.

Primo tempo ottimo per i rossoneri, chiuso in vantaggio con calcio di punizione di Simone.

Nella ripresa un disastro per i rossoneri: pari scaligero di Sotomayer, tanto nervosismo in campo per una direzione forse un pò a senso unico da parte di Di Bello.

Con gli olandesi Rijkaard e van Basten cacciati dal campo – il Cigno di Utrecht per aver gettato platealmente la maglia a terra in segno di protesta per l’ennesimo fallo a suo parere non punito.

Finale thriller con altri due espulsi rossoneri, un giovane Costacurta e persino lo stesso Sacchi, portando il totale a 4, e gol partita degli scaligeri con Pellegrini.

Napoi corsaro 2-4 a Bologna e lanciato verso lo scudetto conquistato la settimana dopo all’ultima giornata.

Scaligeri che non evitarono la retrocessione ma diedero perciò un altro dispiacere ai rossoneri.

Ma torniamo ai giorni nostri.

All’andata, Domenica 8 Novembre 2020, spettacolare 2-2 con 2 autoreti-una per parte-e con gli scaligeri portatisi addirittura sul doppio vantaggio in meno di mezz’ora.

Antonin Barak al 6′ e autorete di Davide Calabria al 19′ per gli ospiti, autorete di Giangiacomo Magnani e gol di Ibrahimovic in pieno recupero per la rimonta dei rossoneri che subirono così il secondo stop casalingo consecutivo in campionato, dopo il pari 3-3 contro la Roma due turni prima.

Scaligeri, come anticipato, reduci dalla bella vittoria 0-3 a Benevento nel turno infrasettimanale.

Le prime due reti entrambe partite dalla corsia mancina.

Al 25′ il cross di Lazovic e il colpo di testa vincente di Davide Faraoni, 2° gol in campionato.

Nove minuti dopo grande giocata della grande rivelazione Mattia Zaccagni che dalla sinistra rientra col destro cogliendo un altro colpo di testa, stavolta di un avversario, clamorosa autorete del giovane belga Daam Foulon.

Al 5′ della ripresa è il 1° gol da veronese per Kevin Lasagna, autore di una insistita azione personale.

Rossoneri che dal canto loro son reduci da un faticosissimo pari 1-1 contro l’Udinese.

Friulani in vantaggio con Rodrigo Becao, che evidentemente quando vede rossonero si illumina, 2 gol in Serie A entrambi segnati al Milan, curiosamente entrambi di testa su calcio d’angolo.

Poi un finale thriller, con incredibile ingenuità a fine recupero di Stryger Larsen, che in area di rigore quasi gioca a pallavolo, colpendo nettamente con un braccio, rigore netto, realizzato con grande freddezza da Franck Kessié, confermatosi eccellente vice-rigorista, 8 rigori realizzati sui 9 gol messi a segno in campionato.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al DepositoBonus Scommesse fino a 215€

SNAI

Bonus 15€ Gratis alla RegistrazioneBonus 100% fino a 300€ sul primo deposito

Starcasino Scommesse

Fino al 300% Bonus Multipla ScommesseBonus Fino a 1000€

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato