Premi Champions League 2018-2019: premiati Alisson, Van Dijk, De Jong e Messi

Come ogni anno, durante la cerimonia del sorteggio dei gironi della UEFA Champions League, vengono assegnati anche premi individuali ai migliori giocatori della passata edizione.

Qui di seguito i premiati di quest’anno.

Alisson eletto miglior portiere della scorsa edizione della Champions. E c’era da aspettarselo. Il portiere brasiliano ha sicuramente avuto un peso nel trionfo europeo del suo Liverpool. L’estremo difensore ex Roma ha ormai consacrato la propria dimensione internazionale. 

I Reds sono stati ben rappresentati e c’era da aspettarselo in quanto Campioni d’Europa in carica.

Altri due premi individuali per i trionfatori, arrivati entrambi allo stesso giocatore, il centrale difensivo olandese Virgil Van Dijk.

Per lui ben 2 premi, miglior difensore e, addirittura, miglior giocatore della scorsa edizione. Questo ultimo premio vinto superando i due mostri sacri  Leo Messi e Cristiano Ronaldo.

In  particolare il momento della premiazione come miglior giocatore è già entrato di diritto nei momenti sportivi televisivi della storia, con i 3 candidati seduti uno di fianco all’altro, prima Messi, poi CR7, in ultimo Van Dijk, e la giornalista, la bella Reshmin Chouwdhury, che approfitta di una poltroncina vuota alla sinistra della Pulga per sedersi e intervistare i candidati uno per uno. 

All’olandese, ormai da considerarsi il miglior centrale difensivo su piazza, non è sembrato vero di battere la concorrenza dei due illustri colleghi: 305 punti per lui, quasi 100 in più di Messi – 207 – e addirittura quasi 250 in più di Cristiano Ronaldo, 3° a soli 74.

In mezzo il premio come migliore centrocampista, che va all’olandese Frankie De Jong, la scorsa stagione grande rivelazione all’Ajax ma ormai del Barcelona. Sbaragliata la concorrenza, ben 222 punti per l’olandese, il 2° era Eriksen del Tottenham, appena a quota 60.

Sempre del Barça il miglior attaccante, e anche qui era abbastanza scontato fosse Leo Messi, capocannoniere della scorsa edizione della competizione a quota 12 gol. Premio vinto appunto a mani basse, ben 285 punti, secondo posto Sadio Mané a quota 109 e ancor più giù Ronaldo, appena a quota 91.

A secco quindi CR7, non senza una punta di insoddisfazione, specie da parte del vicepresidente della Juve Pavel Nedved, che avrebbe voluto fosse assegnato al portoghese il premio di miglior giocatore.

Assegnato anche il premio individuale femminile: la migliore della scorsa edizione è Lucy Bronze, centrocampista inglese del Lione, la squadra che ha vinto più volte la UEFA Women’s Champions League, la Champions femminile, ben 6 successi, gli ultimi 4 nelle ultime altrettante edizioni. 88 punti per la ragazza. 

Il podio tutto occupato da ragazze del Lione, non accadeva dal 2014 di avere le prime 3 tutte della stessa squadra, allora erano del Wolfsburg, la formazione Campione in carica ai tempi.

Le altre due Ada Hegerberg, seconda a 56, e terza a 44 Amandine Henry, la recordwoman di nomination al premio individuale femminile, alla quarta nomination, ma non ha mai vinto.

 

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato