Paralimpiadi Tokyo 2020: giornata da sogno per l’Italia, tre ori dal nuoto

Pioggia di medaglie (e di ori) per gli azzurri nella quinta giornata di gare delle paralimpiadi nipponiche: dal bronzo di Achenza nel triathlon all’argento nel fioretto a squadre, ecco tutte le medaglie azzurre.

Se per le Olimpiadi la data da segnare sul calendario era il 1°agosto, in ambito paralimpico quella da segnare in rosso sul calendario resterà il 29 agosto 2021. è stata una giornata autenticamente trionfale per la spedizione azzurra nella manifestazione delle Tre Gocce Coreane, il simbolo delle paralimpiadi.

Un autentico show, che ha visto gli azzurri salire una posizione nel medagliere (ora siamo noni, con a tiro la top five del medagliere), grazie alla conquista di ben nove medaglie, un terzo delle quali d’oro.

Un risultato straordinario, che ci porta a già 27 medaglie, otto delle quali d’oro, in neanche una settimana di gare e quando deve ancora scendere in campo il meglio dell’atletica e, soprattutto, il ciclismo su strada, un’altra disciplina dove puntiamo a fare incetta di medaglie (soprattutto d’oro).

La prospettiva di migliorare il medagliere di Rio di cinque anni fa, ormai, appare scontata. Bisogna capire se, andando con questo ritmo, possa dormire sogni tranquilli il record paralimpico di Roma 1960, la prima edizione assoluta delle paralimpiadi, dove conquistammo 80 medaglie.

Al momento, appare ancora difficile. Ma, se le premesse sono quelle viste oggi, può cominciare a sudare freddo, perché non è così scontato che rimarrà in piedi.

La giornata

Aperta col bronzo di Achenza nella notte italiana (il primo mattino giapponese), nel triathlon, la giornata campale degli azzurri è proseguita in vasca con Giulia Terzi. La venticinquenne bergamasca ha vinto la medaglia d’argento nei 400 stile libero categoria S9 (riservata agli atleti con lesioni articolari di medio-bassa entità), soccombendo solo alla statunitense Coan, che l’ha sopravanzata solo negli ultimi 75 metri, togliendole il sogno di una straordinaria medaglia d’oro nella distanza più lunga della paralimpiade.

Ci hanno pensato i due “cinquantisti” Simone Barlaam ed Arjola Trimi, rispettivamente, nello stile libero e nel dorso (nelle rispettive categorie S9 ed S3), a prendersi la scena e a dominare le loro rispettive prove. Il primo, classe 2000, ha vinto la medaglia d’oro precedendo sul traguardo il russo Sratosov. La seconda, invece, ha letteralmente vinto per dispersione la prova a pancia in su, precedendo sul traguardo l’inglese Callis.

Ma il meglio della festa doveva ancora cominciare. Infatti, dopo il bronzo di Carlotta Gilli nei 100 stile libero categoria S13 (riservato alle atlete con disabilità visiva), è arrivato un incredibile oro nella staffetta 4×100 stile libero femminile 34 punti (come per i 20 punti, anche in questo caso non conta la categoria specifica, purché la somma non superi 34 punti).

Il quartetto, composto da Xenia Francesca Palazzo, Giulia Terzi, Vittoria Bianco e Alessia Scortechini è salita sul gradino più alto del podio, nonostante fosse stata argento sul campo. Ma, dopo la squalifica della staffetta statunitense (che originariamente aveva vinto l’oro), e della staffetta britannica (originariamente bronzo) per un cambio irregolare, le straordinarie azzurre sono diventate campionesse paralimpiche e hanno portato in dote ai colori azzurri il terzo oro di giornata, sesto del nuoto e ottavo del medagliere.

L’ultima medaglia di questa magica giornata, è arrivata dalla scherma. Anche se brucia aver perso l’oro per poche stoccate, soprattutto dopo che lo si era accarezzato a lungo, il terzetto del fioretto femminile, composto da Beatrice Vio, andreea Mogos e Loredana Triligia si è messo al collo uno splendido argento, che fa da paio con l’oro conquistato dalla fuoriclasse veneta nella prova individuale di ieri contro la cinese Zhou.

Una giornata incredibile, che ci lascia sognare una seconda settimana di paralimpiade ancora migliore di questa. E, con tante gare e tante potenziali medaglie da prendere, non è più da escludere nulla per questi straordinari ragazzi.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus