Ordine d’Arrivo Gran Premio dell’Azerbaijan di F1 2017: Vince Ricciardo davanti a Bottas e Stroll, 4° Vettel, 5° Hamilton

Ordine d’arrivo Gran Premio dell’Azerbaijan di Formula 1 a Baku: Daniel Ricciardo con la sua Red Bull ottiene la sua prima vittoria stagionale dopo una gara roccambolesca con scintille e contatti tra Hamilton e Vettel.
Valtteri Bottas sale sul 2° gradino del podio precedento Stroll che è 3°. Sebastian Vettel deve accontentarsi del 4° posto davanti a Lewis Hamilton.

Il Gran Premio dell’Azerbaijan di F1 sul circuito di Baku regala emozioni e colpi di scena dal primo all’ultimo giro.

E’stata una gara ricca di vicissitudini e contatti con la safety car chiamata spesso in pista e gara sospesa al 23° giro.

Hamilton e Vettel sono stati penalizzati per un contatto avuto.

Ne approfitta Daniel Ricciardo che conduce una gara pulita con la sua Red Bull e va a vincere davanti a Bottas che era praticamente fuori gara ed è riuscito a rimontare incredibilmente soffiando il 2° posto a Lance Stroll proprio sul rettilineo del traguardo.

troll con la Williams ottiene il primo podio in carriera dopo che il suo miglior risultato era stato il 9° posto in Canada 2 settimane fa.

Bottas con la sua Mercedes dopo una rimonta incredibile festeggia il 2° posto.

Vettel ed Hamilton i due contendenti per il titolo si sono trovati per la prima volta a contendersi la vittoria in gara e non sono mancate le scintille!
Grazie al 4° posto di oggi Vettel resta primo in classifica piloti portandosi a 153 ed è a + 14 su Lewis Hamilton che termina al 5° posto.

Cronaca Gara Gran Premio dell’Azerbaijan:

La gara del GP dell’Azerbaijan è stata lunga e combattuta e interrotta più volte per incidenti e presenza di detriti sul circuito. E’stato necessario l’ingresso della safety car per 3 volte ed è stata dichiarata bandiera rossa in un occasione con gara sospesa.

In partenza subito il primo contatto alla seconda curva con Bottas e Raikkonen che danneggiano le rispettive monoposto.
Hamilton resta al comando seguito da Sebastian Vettel.
Bottas è costretto a rientrare ai box per sostituire il muso alla sua Mercedes e perde un giro riprendendo in fondo al gruppo, per lui si preannuncia una gara in salita.
L’inizio della corsa è senza colpi di scena con Hamilton che comanda davanti a Vettel.
Al 12° Giro iniziano i ritiri: il primo è Palmer su Renault seguito dalle Toro Rosso di Sainz e Kvyat.
Entra in pista la safety car per togliere i detriti lasciati dalla Toro Rosso di Sainz.
Al 13° Giro si ritira anche Max Verstappen per un problema al motore della sua Red Bull.
Intanto il box Ferrari comunica a Raikkonen che la sua monoposto è fortemente danneggiata sul lato sinistro ma non si può fare nulla.

I piloti approfittano del regime di safety car per rientrare ai box e fare il primo cambio gomme e tutti tranne Ricciardo montano le soft.

Al 19° giro succede qualcosa che ha dell’incredibile: Hamilton rallenta prima della ripartenza quando esce la safety car e Vettel lo tampona.
Il tedesco perde qualche pezzo ed è fuorioso con il britannico e gli si accosta e gli da una botta con le ruote.
C’è anche un contatto tra le due Force India e Raikkonen fora la posteriore destra a causa dei detriti in pista.
Al 23° giro la gara viene sospesa e riprenderà con una partenza lanciata dietro safety car.

La gara riprende e Vettel tallona Hamilton nel tentativo di sorpassarlo.
Intanto i Commissari di Gara decidono per uno “Stop and Go” di 10 secondi per penalizzare Vettel per la botta data ad Hamilton.

Al 29° Giro si ritira Massa mentre Hamilton ha un problema con la protezione della testa che si sta staccando ed è costretto a rientrare ai box per sostituirla.

Grazie a questa sosta di Hamilton, Vettel riesce a scontare la penalizzazione e rientrare in pista davanti ad Hamilton.

Ricciardo passa al comando della corsa con 22 secondi di vantaggio su Vettel e Hamilton.

Al 48° Giro Raikkonen è costretto al ritiro.
La gara termina così senza sussulti nel finale con Daniel Ricciardo che taglia il traguardo per primo davanti a Bottas che beffa Lance Stroll rubandogli il 2° posto proprio sulla linea del traguardo.
Sebastian Vettel è 4° e Lewis Hamilton chiude quinto.

Ordine d’Arrivo Gran Premio dell’Azerbaijan di F1 2017:

1 3 Daniel Ricciardo RED BULL RACING TAG HEUER 51 2:03:55.573 0
2 77 Valtteri Bottas MERCEDES 51 +3.904s 0
3 18 Lance Stroll WILLIAMS MERCEDES 51 +4.009s 0
4 5 Sebastian Vettel FERRARI 51 +5.976s 0
5 44 Lewis Hamilton MERCEDES 51 +6.188s 0
6 31 Esteban Ocon FORCE INDIA MERCEDES 51 +30.298s 0
7 20 Kevin Magnussen HAAS FERRARI 51 +41.753s 0
8 55 Carlos Sainz TORO ROSSO 51 +49.400s 0
9 14 Fernando Alonso MCLAREN HONDA 51 +59.551s 0
10 94 Pascal Wehrlein SAUBER FERRARI 51 +89.093s 0
11 9 Marcus Ericsson SAUBER FERRARI 51 +91.794s 0
12 2 Stoffel Vandoorne MCLAREN HONDA 51 +92.160s 0
13 8 Romain Grosjean HAAS FERRARI 50 +1 lap 0
14 7 Kimi Räikkönen FERRARI 46 DNF 0
NC 11 Sergio Perez FORCE INDIA MERCEDES 39 DNF 0
NC 19 Felipe Massa WILLIAMS MERCEDES 25 DNF 0
NC 27 Nico Hulkenberg RENAULT 24 DNF 0
NC 33 Max Verstappen RED BULL RACING TAG HEUER 12 DNF 0
NC 26 Daniil Kvyat TORO ROSSO 9 DNF 0
NC 30 Jolyon Palmer RENAULT 7 DNF 0

Carlo M.

Informazioni sull'autore
Appassionato di Sport (Calcio - F1 - MotoGp)
Tutti i post di Carlo M.