NBA 2017/18, recap 28 Novembre: i Cavs suonano la nona. Ok anche Wizards e Bucks

Cinque le sfide in programma nella notte NBA, a partire da quella della Quicken Loans Arena, dove i Cleveland Cavaliers, in piena serie positiva, hanno ricevuto i Miami Heat. I padroni di casa mettono in cassaforte la nona vittoria di fila (miglior striscia vincente dal 2015) nel giro di un periodo, ovvero tra i -7′ dalla pausa lunga e il 3′ di gioco nel terzo periodo, quando rifilano un mortifero 12-36 di parziale agli Heat, passando dal +10 al +34 (49-83). Protagonista assoluto della sfida è stato Kevin Love, autore di 32 punti (su 38 totali, con 9 rimbalzi) nel primo tempo. LeBron James (21+12 rimbalzi+6 assist e 5 rubate) ha rimediato la prima espulsione della sua carriera (in 1.082 partite). Per gli ospiti, in evidenza l’ex Waiters (21+7 assist) ed Adebayo (19+6 rimbalzi).

Firmando 32 punti su 38 nel primo tempo, Kevin Love è risultato il migliore nella vittoria dei suoi Cavs sugli Heat. Match che ha registrato anche la prima espulsione in carriera di LeBron James (foto da: theplayoffs.com.br)

Al Target Center di Minneapolis, i Washington Wizards rimontano i Minnesota Timberwolves nel secondo tempo, aggiudicandosi la posta in palio grazie ad un canestro dalla media di Porter Jr. (top-scorer con 22+8 rimbalzi) con 25″ da giocare. Nell’azione successiva, nonostante gli ospiti concedano due rimbalzi offensivi a Minnesota, Wiggins fallisce entrambe le opportunità che gli capitano tra le mani, prima da due e poi da tre. Non bastano ai padroni di casa Towns (20+17 rimbalzi) e Butler (17+10 assist e 7 rimbalzi, ma con 5/17 dal campo). Reduci dall’impresa dell’Oracle Arena contro i Warriors, i Sacramento Kings non riescono a ripetersi, e perdono in back-to-back sul parquet di casa del Golden 1 Center per mano dei Milwaukee Bucks. Decisivo in negativo per i californiani un secondo quarto da 29-11 per i ragazzi di coach Kidd, trascinati dalla premiata ditta Antetokounmpo (32)-Bledsoe (21). Il migliore per Sacramento è stato Temple (18).

Con un secondo tempo super (28-58 il parziale) gli Utah Jazz sconfiggono alla Vivint Smart Home Arena i Denver Nuggets, centrando la 3° vittoria di fila (4° nelle ultime 5). MVP di serata Derrick Favors (24+9 rimbalzi con 12/16 al tiro); per gli ospiti, si salva Gary Harris (18). Vittoria esterna, infine, per i Phoenix Suns, che espugnano lo United Center, casa dei Chicago Bulls. Dopo un match sostanzialmente equilibrato, gli ospiti allungano sul +17 a 6’02” dalla fine (94-77), tenendo poi a bada gli avversari, che provano una disperata rimonta a buoi ormai scappati dalla stalla. Serata molto positiva per Booker (33+9 rimbalzi) e Warren (25+7 rimbalzi); non sono sufficienti ai Bulls Holiday (25) e Dunn (24+8 assist).

Di seguito, il riepilogo della notte:

MIAMI HEAT (10-10) @ CLEVELAND CAVALIERS (14-7) 97-108

PHOENIX SUNS (8-14) @ CHICAGO BULLS (3-16) 104-99

WASHINGTON WIZARDS (11-9) @ MINNESOTA TIMBERWOLVES (12-9) 92-89

MILWAUKEE BUCKS (10-9) @ SACRAMENTO KINGS (6-15) 112-87

DENVER NUGGETS (11-9) @ UTAH JAZZ (10-11) 77-106

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo