NBA 2016/17, risultati 9 Marzo: Westbrook abbatte San Antonio. James non basta, Cavs ancora ko

Nottata NBA con appena cinque partite ma, ancora una volta, gli spunti non sono pochi. A cominciare dalla Chesapeake Energy Arena di Oklahoma City, dove i Thunder interrompono la striscia negativa di 4 ko di fila, battendo nientemeno che gli Spurs, reduci invece da 9 vittorie consecutive. OKC passa in vantaggio in apertura di secondo quarto e non mollerà più, toccando anche il +20 a poco meno di 3′ dalla fine. Solito show di Russell Westbrook, che ottiene la 31° tripla doppia stagionale, eguagliando Wilt Chamberlain come triple doppie in una stagione (23+13 rimbalzi e 13 assist). Bene anche Oladipo (20), mentre a San Antonio non bastano Leonard (19), Pau Gasol (18+7 rimbalzi) ed Aldridge (17+6 rimbalzi). Importante successo dei Clippers nella lotta per il fattore campo ai Playoff nella Western. I californiani espugnano il FedEx Forum di Memphis, abbattendo le resistenze dei Grizzlies con un terzo quarto da 31-20 di parziale, dopo aver chiuso il primo tempo sul +9 (54-45). Rivers (20) e Paul (19+7 assist) sono i migliori negli angeleni, senza dimenticare un Griffin vicino alla tripla doppia (14+12 rimbalzi e 8 assist). Per Memphis, Marc Gasol (20) e Randolph (18+11 rimbalzi) non bastano ad evitare la sconfitta.

Russell Westbrook raggiunge un mito come Wilt Chamberlain per triple doppie realizzate in una singola stagione (31), trascinando tra l’altro OKC alla vittoria su San Antonio (foto da: sportal.co.nz)

Continua il momento negativo dei Cavaliers (che hanno ritrovato J.R. Smith), sconfitti al Palace of Auburn Hills dai Pistons. Decisivo in negativo per i Campioni in carica l’ultimo quarto, che ha visto Detroit imporsi con un parziale di 21-33. Jackson (21) e Drummond (20+16 rimbalzi) sono stati i trascinatori per la squadra di Motor City; a Cleveland, invece, non sono servite la 50° tripla doppia in carriera di LeBron James (29+13 rimbalzi e 10 assist) e la buona prova di Irving (27). Al Moda Center di Portland, la sfida tra Blazers e Sixers termina dopo un overtime, premiando i padroni di casa, alla 4° W consecutiva. Gli ospiti riescono a portare la sfida al supplementare con un tap-in di Covington (24+13 rimbalzi) sulla sirena. All’overtime, però, la coppia Nurkic (28+20 rimbalzi+8 assist e 6 stoppate)-Lillard (24) regala il successo alla franchigia dell’Oregon. Bene anche McCollum e Crabbe (rispettivamente 23 e 18 punti a referto). Per Philadelphia, oltre a Covington, in evidenza Saric (28+9 rimbalzi).

Concludiamo con la partita tra le due peggiori squadre (a livello di record) della Western Conference, ovvero Suns contro Lakers, affrontatisi alla Talking Stick Resort Arena di Phoenix. A spuntarla, capitalizzando un terzo quarto da 29-18 di parziale, sono stati i californiani, sospinti dalle prestazioni di Russell (28) e Clarkson (19). Ai padroni di casa non sono bastati Booker (23+6 rimbalzi), Chriss (18+6 rimbalzi) e Warren (17+13 rimbalzi).

Di seguito, il riepilogo di risultati della notte:

CLEVELAND CAVALIERS (42-21) @ DETROIT PISTONS (32-33) 101-106

LOS ANGELES CLIPPERS (39-26) @ MEMPHIS GRIZZLIES (36-29) 114-98

SAN ANTONIO SPURS (50-14) @ OKLAHOMA CITY THUNDER (36-29) 92-102

PHILADELPHIA 76ERS (23-41) @ PORTLAND TRAIL BLAZERS (28-35) 108-114 OT

LOS ANGELES LAKERS (20-45) @ PHOENIX SUNS (21-44) 122-110

*Tra parentesi, il record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo