NBA 2016/17, risultati 5 Aprile: i Cavs travolgono i Celtics. I Warriors fanno 13

Otto le sfide della notte NBA, con alcuni verdetti importanti. I Cavaliers ripristinano le gerarchie nella Eastern Conference, espugnando di forza il TD Garden nello scontro al vertice con i Celtics. Con una fase centrale del match da 71-48 di parziale, i ragazzi di coach Lue si riportano in vetta ad Est, trascinati da LeBron James (36+10 rimbalzi e 6 assist); a Boston Thomas (26+6 assist) non è sufficiente. Nella Western, invece, i Warriors sigillano definitivamente, a loro volta, il primo posto. Sospinti da Stephen Curry (42+11 assist) e Klay Thompson (22+7 rimbalzi), i californiani regolano i Suns alla Talking Stick Resort Arena di Phoenix. Booker (21) ed Ulis (20+6 assist) i migliori nei padroni di casa. Cadono a sorpresa gli Spurs, sconfitti all’AT&T Center dai Lakers. I texani cominciano male (31-14 il primo quarto), per poi rientrare sul 76-76 nei primi istanti del quarto periodo; gli angeleni, però, ricacciano indietro gli avversari con un break di 22-6. In evidenza Ennis (19+6 assist) e Clarkson (17+6 rimbalzi) per i Lakers; Parker e Bertans (14 a testa a referto) sono i top-scorer per San Antonio.

LeBron James al tiro, nel match di stanotte di Boston tra Cavaliers e Celtics. Con una grande prestazione personale, il #23 ha riportato i Cavs in testa alla Eastern Conference (foto da: nydailynews.com)

Parlavamo di verdetti. Ormai, ad Est, è una corsa a tre per gli ultimi due posti disponibili per i Playoff. Nello scontro diretto della Time Warner Cable Arena di Charlotte, gli Heat spegnono le ultime speranze degli Hornets, trascinati dal trio Dragic (33)-Johnson (26)-Richardson (19+6 rimbalzi), senza dimenticare Whiteside (13+20 rimbalzi). Ai locali non bastano Batum (24+7 assist) e Walker (18); serata negativa per Belinelli, a secco in 8 minuti. Miami, così, aggancia Pacers e Bulls, mentre Charlotte dista 2,5 partite. Ancora più indietro (3 partite) troviamo i Pistons, che subiscono un 37-22 nel quarto periodo al Palace per mano dei Raptors. Canadesi che volano grazie all’ottimo rientro di Kyle Lowry (27+10 assist), aiutato da Valanciunas (19); Smith (16+6 assist) e Harris (16) non evitano un ko pesante alla franchigia di Motor City.

Rischia di essere molto negativo in prospettiva anche il ko dei Nuggets rimediato al Toyota Center con i Rockets. Texani sospinti da un ottimo Harden (31+10 assist e 7 rimbalzi), mentre alla franchigia del Colorado, ad una partita dall’8° posto ad Ovest occupato dai Blazers, risultano inutili le prove di Gallinari (23), Gary Harris (17) e Jokic (12+19 rimbalzi e 9 assist). Continuano a sperare nel 4° posto ad Ovest (distante mezza partita) i Clippers, vittoriosi senza troppi patemi allo Staples Center sui Mavericks. Protagonisti di serata i vari Griffin (32+6 assist), Paul (22+11 assist), Redick (25) e Jordan (20 rimbalzi con 11 punti). Per Dallas, invece, il migliore è Barnes (15). Infine ci spostiamo al FedEx Forum di Memphis, dove i Thunder battono i Grizzlies e Westbrook manca di un soffio la tripla doppia del record. Ciononostante il #0 è comunque decisivo per le sorti di OKC (45+10 assist e 9 rimbalzi), mentre Marc Gasol (23) e Randolph (20+9 rimbalzi) non sono sufficienti ai padroni di casa.

Di seguito, il riepilogo delle partite della notte.

MIAMI HEAT (38-40) @ CHARLOTTE HORNETS (36-43) 112-99

TORONTO RAPTORS (48-31) @ DETROIT PISTONS (35-43) 105-102

OKLAHOMA CITY THUNDER (45-33) @ MEMPHIS GRIZZLIES (42-37) 103-100

DENVER NUGGETS (37-41) @ HOUSTON ROCKETS (53-25) 104-110

CLEVELAND CAVALIERS (51-27) @ BOSTON CELTICS (50-28) 114-91

LOS ANGELES LAKERS (23-55) @ SAN ANTONIO SPURS (60-18) 102-95

GOLDEN STATE WARRIORS (65-14) @ PHOENIX SUNS (22-57) 120-111

DALLAS MAVERICKS (32-46) @ LOS ANGELES CLIPPERS (48-31) 101-112

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo