NBA 2016/17, risultati 29 Gennaio: Maratona ad Atlanta. Ok Cavs e Warriors. Spurs sconfitti a Dallas

Notte NBA da ricordare, quella del 29 Gennaio 2017. Con otto partite in programma, il proscenio se lo prendono Atlanta Hawks e New York Knicks, protagonisti di una partita incredibile alla Philips Arena. Servono infatti la bellezza di 4 OVERTIME ai padroni di casa per averla vinta su dei Knicks mai domi, capaci di rinviare il verdetto per ben tre volte (Anthony a fine quarto periodo e primo supplementare, Lee a fine secondo supplementare), mentre Schroeder ha realizzato il canestro che ha prolungato la sfida al quarto overtime. Il season-high di Melo (45+6 rimbalzi) non basta a New York; è Millsap, in campo per oltre 60′ e realizzando a sua volta il personale season-high (37+19 rimbalzi e 7 assist), a decidere questa partita infinita. Nelle fila di Atlanta, da sottolineare anche le prove di Bazemore (24+9 rimbalzi) e di Schroeder (23+15 assist).

Paul Millsap (#4 Hawks) è stato un grande protagonista nella sfida tra Atlanta e New York, finita dopo ben 4 overtime (foto da: sports.inquirer.net)

Senza Steph Curry, i Warriors vincono lo stesso, espugnando il Moda Center di Portland. Ma che fatica per battere i Blazers. Inizialmente, Golden State sembra poter disporre a piacimento degli avversari, toccando anche il +21 (51-30 a 5’30” dall’intervallo lungo), con un Durant a tratti immarcabile (33+10 rimbalzi e 6 assist alla fine per KD). Ma i Blazers, sospinti da un ottimo McCollum (28+7 rimbalzi), rientrano già prima di metà partita (53-50 al 24′) e, dopo aver resistito ad un ulteriore tentativo di fuga dei californiani tra terzo e quarto periodo, se la giocano fino alla fine. E avrebbero anche il pallone della vittoria, se non fosse che Turner (18+6 assist) fallisca una comoda tripla aperta. Il big match di serata era quello della Quicken Loans Arena tra Cavaliers e Thunder. Ma il match si indirizza a favore di Cleveland già nel secondo quarto, dominato (21-37). Westbrook (24° tripla doppia stagionale con 20+12 rimbalzi e 10 assist, ma appena 7/26 al tiro) è troppo solo e i padroni di casa hanno vita facile, con Irving (29+10 assist) e LeBron James (25+14 rimbalzi ed 8 assist) in grande evidenza.

Serata amara per Spurs e Rockets. La squadra di Gregg Popovich perde la seconda partita consecutiva, sconfitti all’AT&T Center nel derby texano con i Mavericks. Dopo aver inseguito a lungo gli avversari, i Mavs, con un ottimo Seth Curry (24+10 rimbalzi), operano il mini-break decisivo nella parte centrale del quarto periodo, respingendo i tentativi di rientro degli Speroni, condotti da Leonard (24+7 rimbalzi). Per quanto riguarda Harden e compagnia, il meccanismo non è più ben oliato come fino a qualche settimana fa. Alla Bankers Life Fielhouse di Indianapolis, infatti, arriva la 7° sconfitta delle ultime 11 uscite, con Anderson top-scorer (27+7 rimbalzi) e un Harden in serata no (15 (3/17 dal campo) e 8 assist). Nei Pacers, invece, Paul George è l’MVP (33+9 rimbalzi). Prosegue la scalata dei Wizards, che espugnano lo Smoothie King Center, casa dei Pelicans. Dopo aver subito un parziale a sfavore nel terzo quarto (17-33 per NO), i Capitolini portano a casa la W nel quarto periodo (33-21 il parziale). Davis (36+17 rimbalzi) e Holiday (26+11 assist) non bastano. Beal (27+6 rimbalzi), Morris (21+8 rimbalzi) e Wall (18+19 assist) fanno volare Washington.

All’Air Canada Center di Toronto, prosegue il momento di forma non esaltante dei Raptors, sorpresi dai Magic. i floridiani volano nel secondo periodo (33-15 il parziale), ma i padroni di casa, sospinti dal solito duo Lowry (33+8 assist)-DeRozan (22+7 rimbalzi e 6 assist), rientrano fino al -2, in chiusura di terza frazione. Nel quarto periodo ecco lo scatto decisivo di Orlando, con Vucevic (25+10 rimbalzi) e Augustin (21 dalla panchina) sugli scudi. Infine, importante successo dei Bulls che, allo United Center, battono i Sixers. Fondamentali Butler (28+8 rimbalzi e 7 assist) e Robin Lopez (21+10 rimbalzi), mentre agli ospiti non sono sufficienti Ilyasova (31+11 rimbalzi) e Covington (21+12 rimbalzi).

Di seguito, il riepilogo delle partite della notte:

NEW YORK KNICKS (21-28) @ ATLANTA HAWKS (28-20) 139-142 4OT

OKLAHOMA CITY THUNDER (28-20) @ CLEVELAND CAVALIERS (32-14) 91-107

HOUSTON ROCKETS (35-16) @ INDIANA PACERS (25-22) 101-120

WASHINGTON WIZARDS (27-20) @ NEW ORLEANS PELICANS (19-29) 107-94

ORLANDO MAGIC (19-30) @ TORONTO RAPTORS (29-19) 114-113

PHILADELPHIA 76ERS (17-29) @ CHICAGO BULLS (23-24) 108-121

DALLAS MAVERICKS (17-30) @ SAN ANTONIO SPURS (36-11) 105-101

GOLDEN STATE WARRIORS (41-7) @ PORTLAND TRAIL BLAZERS (21-28) 113-111

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo