NBA 2016/17, risultati 20 Gennaio: Golden State travolge a domicilio Houston

Delle nove partite in programma stanotte, il piatto forte era costituito sicuramente dalla partita del Toyota Center di Houston, dove i Rockets, 3° nella Western Conference, ricevevano i Warriors, leaders sia della Lega che ovviamente della Western Conference. Ebbene, i texani hanno retto finchè hanno potuto, ma nel terzo periodo Golden State ha piazzato la solita, letale accelerazione (37-22 il parziale) e per Harden e compagnia cantante è stata notte fonda. Sugli scudi i soliti Durant (32+7 assist), Curry (24+7 assist) e Green (15+8 rimbalzi e 7 assist). Capela (22+12 rimbalzi) è stato il migliore per Houston, mentre The Beard non ha avuto una serata di gloria (17+11 assist e 7 rimbalzi). Prosegue il momento magico dei Jazz, anche se all’American Airlines Center di Dallas c’è voluto un overtime per avere ragione dei Mavericks. Un match davvero combattuto, vissuto sempre sul filo dell’equilibrio, con Seth Curry che con una tripla a 25″ dalla fine, manda la sfida al supplementare, nel quale gli ospiti la spuntano grazie ai viaggi in lunetta. Prestazione super per Rudy Gobert (27+25 rimbalzi), coadiuvato dal solito Hayward (26+7 rimbalzi); ai Mavs non bastano Barnes (19) e Williams (16+8 assist).

Steph Curry e Kevin Durant si danno il cinque. I Warriors hanno avuto ragione anche dei Rockets, nettamente sconfitti a domicilio (foto da: newshub.co.nz)

Inatteso crollo per i Raptors, letteralmente spazzati via dagli Hornets alla Time Warner Cable Arena. Dopo aver retto un tempo, i canadesi si sfaldano nei secondi 24′, beccando un parziale di 30-58. Lowry (24) e DeRozan (23) sono troppo soli, mentre Kemba Walker (32+8 assist) trascina i suoi; 6 punti e due palloni rubati per Belinelli. Vittoria convincente per i Grizzlies, che al FedEx Forum sbrigano la pratica Kings con un’ottima fase centrale del match (41-68 tra secondo e terzo periodo). I lunghi di Memphis, Gasol (28+9 rimbalzi) e Randolph (20+10 rimbalzi), sospingono la franchigia del Tennessee al successo. Il solo Cousins (19+10 rimbalzi) non basta ai californiani. Vincono anche gli Hawks, che alla Philips Arena hanno ragione dei Bulls. La squadra di Budenholzer domina in lungo e in largo sin dalla palla a due (13-35 a fine primo quarto), toccando anche il +34, a 1’45” da fine terzo periodo (53-87). Nel quarto periodo, quindi, i padroni di casa alzano (troppo) il piede dall’acceleratore, rischiando di subire una rimonta clamorosa, con Chicago che risale fino al -5 a 1’08” dalla fine (90-95, 36-15 il parziale negli ultimi 12′). Negli Hawks, il migliore è Schroeder (25+6 assist); Butler, invece, è il top scorer per gli ospiti (19).

A Philadelphia si respira davvero aria nuova. Al termine di un’altra partita da batticuore, i Sixers, impegnati al Wells Fargo Center, battono i Blazers, portando a casa l’8° vittoria nelle ultime 10 uscite. Eroe di serata è Robert Covington (22+6 rimbalzi), il quale prima guida i suoi alla rimonta nel secondo tempo, insieme ad Ilyasova (24+6 rimbalzi) e ad Embiid (18+10 rimbalzi), quindi piazza la bomba della vittoria a 4 secondi dallo scadere. Inutile la prova di Lillard (30) per Portland. Con un terzo quarto da 22-35 di parziale, i Lakers riescono a spuntarla sui Pacers, sconfitti allo Staples Center. Louis Williams (27) guida la squadra allenata da coach Walton; George (21+6 rimbalzi) e Jefferson (20+6 rimbalzi) non sono sufficienti ad Indiana. Quarto ko di fila per i Bucks, sconfitti nettamente all’Amway Center di Orlando dai Magic. Decisivo in negativo per Milwaukee il terzo quarto (19-29). Payton (20+6 assist), Jeff Green (18+7 rimbalzi) e Gordon (17+8 rimbalzi) sono i migliori per i floridiani; Parker (25+6 rimbalzi ed altrettanti assist) ed Antetokounmpo (17+14 rimbalzi) non salvano la squadra di Kidd. Infine, dopo 11 ko di fila, tornano alla vittoria in modo roboante i Nets, che espugnano lo Smoothie King Center di New Orleans, travolgendo i Pelicans. Match ampiamente chiuso già a fine terzo quarto (109-84). Bene Lopez (23+8 rimbalzi) e Bogdanovic (23+6 rimbalzi) per Brooklyn; Davis (22+9 rimbalzi) è l’unico a salvarsi per New Orleans.

Di seguito, il riepilogo delle partite della notte:

PORTLAND TRAIL BLAZERS (18-27) @ PHILADELPHIA 76ERS (15-26) 92-93

TORONTO RAPTORS (28-15) @ CHARLOTTE HORNETS (22-21) 78-113

MILWAUKEE BUCKS (20-22) @ ORLANDO MAGIC (18-27) 96-112

SACRAMENTO KINGS (16-26) @ MEMPHIS GRIZZLIES (26-19) 91-107

BROOKLYN NETS (9-33) @ NEW ORLEANS PELICANS (17-27) 143-114

GOLDEN STATE WARRIORS (37-6) @ HOUSTON ROCKETS (33-13) 125-108

CHICAGO BULLS (21-21) @ ATLANTA HAWKS (25-18) 93-102

UTAH JAZZ (28-16) @ DALLAS MAVERICKS (14-29) 112-107 OT

INDIANA PACERS (22-20) @ LOS ANGELES LAKERS (16-31) 96-108

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo