Nazionale: Capello o Giampaolo al posto di Di Biagio

Di Biagio non è da nazionale. Questo è il verdetto che è uscito dalle prime due partite degli azzurri disputate contro Argentina e Inghilterra. Un doppio confronto assolutamente inutile sotto tutti i punti di vista tranne che per Di Biagio, messo sulla graticola per aver scelto i giocatori sbagliati.

In Italia ci sono 60 milioni di commissari tecnici e basta un attimo per diventare eroi o l’ultima ruota del carro. Di Biagio non è diventato un eroe. Al suo posto, gli italiani vorrebbero il grande mentore del calcio italiano che da poco ha rescisso il contratto. Fabio Capello.

Fonte immagine: Facebook

Soltanto lui sarebbe in grado di far tornare un po’ di amore per la nazionale, che dopo Ventura è incappata in una spirale di pessimismo e negatività. Una possibile alternativa a Capello potrebbe essere Giampaolo, che sta facendo benissimo con la Sampdoria e sta dimostrando di essere uno tosto.

Certo, allenare la Sampdoria e la nazionale non è la stessa cosa ma non è escluso che il tecnico blucerchiato possa stupire in positivo. Serve coesione, unità, attaccamento alla maglia e a una nazione che lentamente si sta disinnamorando della maglia. La mancata qualificazione ai Mondiali ha gettato tutti nello sconforto più totale, bisogna ricostruire i pezzi di un ambiente sfiduciato…